Disabili, agevolazioni fiscali: beneficiari e situazioni in cui si verificano

Disabili, agevolazioni fiscali

Le persone disabili e i loro familiari possono godere di molte agevolazioni fiscali: quando, quali sono, beneficiari, regole e modalità per richiederle.

Le detrazioni IRPEF per figli disabili a carico

  • 1.620,00 € per figlio se di età inferiore a tre anni;
  • 1.350,00 € per figlio se di età uguale o superiore a tre anni;

La detrazione aumenta di 200,00 € per ogni figlio a partire dal primo, nel caso di più di tre figli.

Le detrazioni IRPEF sono calcolate in modo inversamente proporzionale al reddito e si annullano per redditi che superano i 95.000 euro all’anno.

Acquisto di veicoli: benefici fiscali

  • Detrazione Irpef del 19% per acquisto, manutenzione o riparazione (se sostenute entro 4 anni dall’acquisto del mezzo) di autovetture senza limiti di cilindrata, e di altri veicoli (nuovi o usati) per una spesa massima di 18.075,99 euro;
  • Esenzione del bollo auto e imposta di trascrizione sui passaggi di proprietà;
  • Iva al 4% sull’acquisto di autovetture nuove o usate, ma anche in leasing traslativo con motore elettrico di potenza non superiore a 150 Kilowatt; con motore a benzina o ibrido fino a 2.000 cm cubici; con motore diesel o ibrido fino a 2.800 cm cubici.

Le agevolazioni spettano una sola volta nel corso di un quadriennio, salvo furto o cancellazione del precedente veicolo dal PRA, per demolizione. L’erede ha la possibilità di cedere il veicolo ereditato dalla persona portatrice di handicap, anche prima dei due anni dall’acquisto con IVA agevolata, senza che ciò implichi l’obbligo di versamento della differenza d’imposta.

Agevolazioni fiscali: beneficiari e veicoli di riferimento

I beneficiari delle agevolazioni fiscali sono rappresentati dalle persone sorde e non vedenti; da portatori di disabilità psichica o mentale che hanno ottenuto l’indennità di accompagnamento o con grave limitazione della capacità di deambulazione o affetti da pluriamputazioni; disabili con ridotte o impedite capacità motorie permanenti.

I veicoli di riferimento sono:

  • autovetture e autoveicoli per il trasporto promiscuo (max 9 posti) e autoveicoli specifici per il trasporto di cose o persone muniti di speciali attrezzature;
  • autocaravan con una speciale carrozzeria ed attrezzati al trasporto (max 7 posti);
  • motocarrozzette a tre ruote per il trasporto (max 4 posti) con carrozzeria idonea;
  • motoveicoli per trasporto promiscuo o specifici a tre ruote per il trasporto di cose o persone muniti di speciali attrezzature relative a tale scopo.

Ausili tecnici e informatici: agevolazioni

  • detrazione IRPEF del 19% dei costi d’acquisto per sussidi informatici e tecnici;
  • IVA al 4% sulla spesa sostenuta;
  • detrazioni per le spese di acquisto e mantenimento concernenti il cane guida per i non vedenti;
  • detrazione IRPEF del 19% spese per i servizi di interpretariato dei sordi.

I costi sostenuti per l’acquisto di telefonini per sordomuti, sussidi informatici e tecnici e cucine, si può fruire della detrazione solo nel caso di collegamento funzionale tra il sussidio tecnico informatico e lo specifico handicap.

Barriere architettoniche: detrazioni e interventi

Per ristrutturazione edilizia sugli immobili: detrazione 50% su un massimo di 96.000 euro, se la spesa è sostenuta tra il 26/06/2012 e il 31/12/2020. Detrazione 36% su un importo massimo di 48.000 euro, per le spese sostenute dal 1° gennaio 2021.

Altri interventi agevolati riguardano l’eliminazione delle barriere architettoniche e la realizzazione di strumenti che, con la comunicazione, la robotica e ogni altro strumento tecnologico siano idonei a favorire la mobilità interna ed esterna delle persone portatrici di grave disabilità.

Le spese sanitarie

Sono interamente deducibili dal reddito complessivo del disabile: le spese mediche generiche e le spese di assistenza specifica (anche per un familiare disabile non a carico). Dall’imposta possono essere detratte le spese sanitarie specialistiche per la parte eccedente l’importo di 129,11 euro.

Sono ammesse integralmente alla detrazione del 19%, con la franchigia di 129,11 euro per:

  • spese effettuate il trasporto in ambulanza del disabile o compiuto dalla Onlus;
  • acquisto di arti artificiali per la deambulazione o di poltrone per inabili e minorati non deambulanti e di apparecchi per il contenimento di fratture, ernie e per la correzione dei difetti della colonna vertebrale o di componenti di cucine basati su tecnologie meccaniche, elettroniche o informatiche, preposte a facilitare il controllo dell’ambiente da parte dei disabili;
  • costruzione di rampe per l’eliminazione delle barriere architettoniche alle abitazioni, siano esse interne che esterne;
  • rendere idoneo l’ascensore a contenere la carrozzella e l’installazione e la manutenzione della pedana di sollevamento installata nell’abitazione della persona con disabilità;
  • i mezzi fondamentali all’accompagnamento, alla deambulazione e al sollevamento dei disabili.

Assistenza personale: agevolazioni fiscali

  • deduzione dei contributi (fino a 1.549,37 euro) per addetti a servizi domestici e assistenza personale o familiare;
  • detrazione spese per addetti all’assistenza personale (fino a 2.100 euro) per redditi fino a 40.000 euro;
  • detrazione spese per il familiare non autosufficiente anche se non a carico e anche se le prestazioni di assistenza sono rese da una casa di cura o di riposo; da una cooperativa di servizi; da un’agenzia interinale.

Polizze assicurative: detrazioni

  • detrazione di 530 euro per le polizze che prevedono il rischio di morte o di invalidità permanente;
  • detrazione di 1.291,14 euro per le polizze che coprono il rischio di non autosufficienza;
  • 750 euro per i premi versati per le polizze assicurative a tutela delle persone con disabilità grave che coprono il rischio di morte. Se nel contratto di assicurazione sono indicati più beneficiari e uno dei quali ha una grave disabilità, l’importo massimo detraibile deve essere ricondotto all’unico limite più elevato di 750 euro.

L’imposta agevolata su successioni e donazioni

Solo sulla parte della quota ereditata (o donata) che supera l’importo di 1.500.000 euro; l’esenzione per i beni e i diritti conferiti in un trust o gravati da un vincolo di destinazione e per quelli destinati a fondi speciali creati per i portatori di grave disabilità.

Informazioni su Carmine Orlando 137 Articoli
Nato a Milano nel 1971 ma campano d'adozione, ho sempre avuto una grande passione per la scrittura, pur lavorando come libero professionista in altri settori. La scoperta del Web Copywriting e il vasto quanto complesso mondo della SEO mi ha conquistato, tanto da aver intrapreso un lungo percorso di formazione a aver trasformato un hobby in una fonte primaria di guadagno. Sono stato per anni coordinatore della redazione per CentroMeteoItaliano.it, ho collaborato con Money.it, con Notizieora.it e con BlastingNews.com.