Bonus assunzioni donne, le domande da giorno 11 novembre

I bonus assunzioni donne sono richiedibili a partire dal giovedì 11 novembre. Di seguito le istruzioni dell’Inps per la corretta richiesta.

Bonus assunzioni donne, ecco cosa sono

Bonus assunzioni donne, al via da giovedì 11 novembre la presentazione delle domande per l’esonero contributivo del 100 per cento fino a 6  mila euro l’anno. Dopo l’ok del Governo e della commissione europea, l’Inps attraverso il messaggio 3809 del 5 novembre 2021, detta le linee guida.

In particolare le procedure per il riconoscimento dell’esonero contributivo per l’assunzione di donne svantaggiate, previsto dalla Legge di bilancio 2021. Esonero riconosciuto anche in caso di trasformazione a tempo indeterminato dei rapporti di lavoro a termine.

Chi può richiedere l’esonero contributivo

L’esonero è riconosciuto a tutti i datori di lavoro privati, compresi i datori di lavoro del settore agricolo. Rientrano anche le imprese operanti nel settore finanziario. Mentre la misura non si applica nei confronti della pubblica amministrazione.

Inoltre l’esonero contributivo riguarda le eventuali assunzioni o trasformazioni contrattuali a tempo indeterminato effettuate nel periodo annuale compreso tra il primo gennaio 2022 e il 31 dicembre 2022. 

Bonus assunzioni donne, come presentare la domanda

La richiesta verrà fatta in maniera telematica. Infatti ai fini della comunicazione online, i datori di lavoro interessati potranno utilizzare il modulo “92-2012”. Il modulo si trova all’interno del “Cassetto previdenziale” di riferimento del sito www.inps.it. La richiesta può essere effettuata a partire da giorno 7 novembre 2021.

Inoltre per ogni evento incentivabile (assunzione, proroga o trasformazione) è necessario provvedere alla compilazione di una singola comunicazione on-line. Infine l’esonero dovrà essere indicato nel flusso Uniemes, e nei flussi di competenza di novembre, dicembre 2021 e gennaio 2022. Sarà possibile fruire delle quote riferite ai mesi pregressi da gennaio ad ottobre.

Cumulabilità o meno della misura

Il messaggio Inps specifica anche i casi di cumulabilità o meno della misura con altri sussidi. In particolare non potrà essere cumulabile il bonus assunzioni donne con l’incentivo strutturale per l’occupazione giovanile.

Mentre sarà cumulabile  con altre agevolazioni di tipo contributivo, quale ad esempio il bonus per l’assunzione in sostituzione di lavoratrici o lavoratori in congedo per le aziende con meno di venti dipendenti o l’incentivo all’assunzione di beneficiari di Naspi. Pertanto attenzione a leggere con cura  le linee guida. Nelle speranza che incentivi come questi possano portare ad un aumento del numero di donne nel mondo del lavoro.

 

Informazioni su Francesca Cavaleri 261 Articoli
Nella vita sono una piccola imprenditrice nel settore immobiliare. Ho una laurea con specializzazione in Economia e direzione aziendale, ottenuta presso la facoltà di Catania con il massimo dei voti. Mi piace scrivere articoli online, per questo ho avviato da circa 4 anni vari progetti portati a termine con successo. Il saper comunicare credo che sia un'arma vincente. Attualmente sono coordinatrice di ItValverde, in cui raccontiamo le eccellenze del territorio. Amo la mia terra, il sole, il mare, la mia famiglia e gli animali. La vita è troppo breve pertanto cerco di viverla nel migliore dei modi.