Famiglie in difficoltà, alcuni consigli per risparmiare

Le famiglie in difficoltà sono sempre di più a causa, a causa dell’aumento generale dei prezzi. Alcuni consigli per risparmiare possono essere utili.

Famiglie in difficoltà, mangiare risparmiando

Le famiglie in difficoltà aumentano sempre più. Purtroppo non esiste una ricetta univoca per risparmiare, ma alcuni consigli che possono essere utili. Pochi centesimi messi da parte ogni giorno, ma che a fine mese possono fare davvero la differenza. Soprattutto quando si ha un numero di componenti familiari elevato e spesso occorre fare i conti con il caro bollette.

Un primo consiglio è quello di mangiare risparmiando. Quindi prestare attenzione alle offerte dei supermercati sotto casa. Comprare sotto casa può essere la scelta migliore, soprattutto perché l’uso dei piedi non ha bisogno di nessun combustibile. Quindi benzina che rimane nel serbatoio ed un pò di attività fisica a volte permette di prendere farmaci inutili perché legati alla vita sedentaria. Fidelizzarsi ai negozianti sotto casa permette a volte di accedere a promozioni, sconti, regali che a volte per fretta non si notano neanche.

Mercati rionali ed acquisti in grandi quantità

Altro modo per spendere meno mangiando è quello di cominciare a frequentare i mercatini rionali o locali dove c’è la possibilità di comprare frutta e verdure a prezzi più convenienti del supermercato. Vanno modo in voga i famosi mercati a KM zero e si può passare dal venditore al consumatore eliminando i costi di filiera. Sulla qualità e freschezza del prodotto si è già detto tutto. Spesso questi mercati sono la mattina, anche di domenica, quindi potrebbe essere una buona scusa per fare una passeggiata e fare attività fisica.

Spesso riunirsi con più famiglie e comprare insieme può essere conveniente, ed ecco perché. Se più famiglie comprano insieme possono portare a casa quantitativi maggiore, con meno spese, perché di solito più alto è il quanitativo, più basso è il prezzo di vendita. E’ una tecnica usata da molti condomini e sta riscuotendo anche successo. Una volta comprata la spesa al mercato viene suddivisa e conviene a tutti. Anche perché magari si istaura un rapporto di amicizia con il vicino, potrebbe essere utile un domani.

Rivolgersi al  mercato dell’uso invece che comprare il nuovo

Altro modo di mettere da parte qualche soldino per arrivare a fine mese è comprare l’usato invece che il nuovo. Sono nate molte app che permettono di vendere un vestito non può indossato, ma anche componenti di arredo, direttamente nella community. Alcune app permetto anche il semplice scambio. Ma molte famiglie di amici, vicini di casa, parenti utilizzano i social per scambiare prodotti per bambini come lettini, sdraiette, scalda biberon che si utilizzano solo per pochi mesi.

E’ anche possibile vendere il superfluo, che a volte affolla le case senza alcun motivo. Ci sono anche molti collezionisti che cercano dei prodotti in giro per tutto il mondo. Anche in questo caso i social permettono di fare buoni affari, se nelle giuste piattaforme. Fare regali in modo ragionato, e per i più creativi magari realizzati a mano. Un regalo pensato a volte permette di comprare qualcosa realmente gradito e non basarsi solo sulla cifra spesa.

L’arte del riciclo può essere divertente

L’arte del riciclo può riservare molte sorprese. Riutilizzare le bottiglie del vetro, piuttosto che continuare a comprare quelle in plastica. Inoltre in molte città è possibile acquistare l’acqua a la spina, basta posizionare la bottiglia sotto l’erogatore ed il gioco è fatto. Non solo, ci sono anche tanti negozi che offrono detersivi alla spina, ma anche legumi, cereali. Non solo si risparmia nei soldi per l’acquisto delle confezioni, ma ne ringrazia anche l’ambiente.

Riciclare scatoli, vetro, plastica può riservare anche dei piacevoli giochi da fare per i bambini. Ad esempio una semplice bottiglia di vetro di passata di pomodoro vuoto, può diventare una scatola per conservare bottoni, legumi, penne e tanto altro. I bambini a volte adorano colorare, attaccare carte e nastrini.

Famiglie in difficoltà, ridurre le spese fisse

Altre spese da eliminare sono quelle fisse. La più semplice è quella di eliminare i vizi inutili come fumo e alcool. Anche la palestra può essere eliminata come spesa, e sostituirla con lunghe passeggiate, utilizzo di bici, pattini  magari all’aperto. Mettere da parte la macchina quando non c’è bisogno può essere molto salutare. Leasing, garage sotterraneo, assistenza, tasse, assicurazione, carburante, spese di parcheggio… per molti genitori l’automobile è e rimane una voce importante del bilancio familiare.

Per abbassare le spese fisse è anche possibile prestare attenzione gli sprechi come l’acqua e la luce. Chiudere il rubinetto quando ci si lava i denti, spegnere la consolle di videogiochi e passare ad un buon libro, sono tutte piccole abitudini quotidiane che possono far guadagnare qualche soldino in tasca in più a fine mese.

Passare alle buone abitudini

Un’altra bella idee e simpatica è quella di creare un piccolo orto in balcone, o per i più fortunati, nei giardini. Riuscire a piantare qualche ortaggio, coltivarlo in casa e poi cucinarlo, è un’esperienza molto divertente. A volte sembra più semplice del previsto e per chi ha poco spazio, piantina qualche pianta aromatica permette condire i propri cibi con poche mosse. E cucinare in casa, in generale, è sempre più conveniente.

Altri brevi consigli: evitare di fare debiti, perché del resto prima o poi vanno pagati, e a volte con gli interessi. Inoltre approfittare degli sconti fa si che si possono portare a casa capi d’abbigliamento, elettrodomestici a ottimi prezzi, basta stare attenti a ciò che propone il mercato. Infine fare attività fisica all’aperto non fa mai male. E poi magari mentre si è al parco, al lungomare si possono fare anche degli ottimi incontri.

Anche nelle vacanze, spesso si cercano mete esotiche spendendo cifre assurde. Invece ci sono degli scorci di campagna, montagna, mare proprio fuori porta che a volte andrebbero essere viste. L’italia ha un eccellente patrimonio artistico culturale, riserve Unesco e bellezze di estimabile valore e bellezza. Infine basta ascoltare pochi semplici consigli per risparmiare qualche euro, ma provare per credere, e poi può essere un bel gioco.

 

 

Informazioni su Francesca Cavaleri 515 Articoli
Nella vita sono una piccola imprenditrice nel settore immobiliare. Ho una laurea con specializzazione in Economia e direzione aziendale, ottenuta presso la facoltà di Catania con il massimo dei voti. Mi piace scrivere articoli online, per questo ho avviato da circa 4 anni vari progetti portati a termine con successo. Il saper comunicare credo che sia un'arma vincente. Amo la mia terra, il sole, il mare, la mia famiglia e gli animali. La vita è troppo breve pertanto cerco di viverla nel migliore dei modi.