Realtà aumentata: cos’è e quali vantaggi può portare alle imprese

realtà aumentata

Negli ultimi mesi si sente spesso parlare di realtà aumentata in riferimento alle nuove tecnologie e agli investimenti che le imprese possono fare accedendo anche a benefici. Scopriamo cos’è la realtà aumentata, a cosa serve e come può migliorare le performance di un’impresa?

Realtà Aumentata cos’è

Il concetto di realtà aumentata non è molto differente rispetto al significato letterale della locuzione. Si tratta di una tecnologia che sfrutta display, monitor, app per dare informazioni aggiuntive rispetto a quelle normalmente visionabili. Ad esempio si può immaginare una vetrina interattiva che non solo consente di guardare ciò che è esposto, ma anche di conoscere le caratteristiche di ciò che è esposto attraverso una serie di approfondimenti interattivi.

La realtà aumentata è conosciuta anche con l’acronimo AR Augmented Reality. Consente di fondere elementi reali e virtuali dando un’esperienza maggiormente completa ed esaustiva. Nella vetrina in precedenza portata come esempio si ha il bene esposto e allo stesso tempo la possibilità di conoscere in maniera interattiva e intuitiva tutte le caratteristiche del prodotto stesso, si va quindi oltre il comune concetto di esposizione di un prodotto.

Questo è possibile attraverso l’uso dell’intelligenza artificiale, machine learning e dispositivi Hi-Tech che consentono un’esperienza immersiva totale. Le applicazioni della realtà aumentata sono numerose, si può pensare a un negozio di arredamento in grado di ricreare gli spazi di casa e quindi consentire alle persone di vedere i mobili nello spazio in cui saranno introdotti, un negozio di abbigliamento che consente di provare i vestiti in modo virtuale e quindi di capire come un abito sta addosso senza dover andare in camerino, ma anche un e-commerce che permette di misurare gli abiti. Tra i franchising di abbigliamento che già da tempo propone la realtà aumentata ai suoi clienti c’è Zara. In questo caso è necessario avere l’app per realtà aumentata di Zara.

Tra gli accessori che possono essere utilizzati vi sono display, ma anche occhiali in grado di ricreare spazi e generare emozioni attraverso la realtà aumentata. Dovrebbero essere a breve disponibili gli occhiali per realtà aumentata Google.

La realtà aumentata nell’Automotive

La realtà aumentata è una “realtà” anche nel mondo dell’automotive, se in passato questo era immaginabile solo nei film futuristici, ora non è più così, ora le auto del futuro sono diventate presente. Un esempio sono i nuovi navigatori che non operano più sul bidimensionale, ma nel tridimensionale. In poche parole ora la freccia che indica dove svoltare non la vedremo più sul monitor del navigatore, ma direttamente sulla strada, anche con una maggiore sicurezza perché non sarà necessario distogliere lo sguardo dalla strada. Tra le prime case costruttrici ad avere installato le nuove tecnologie sulle auto ci sono Mercedes, Land Rover e Hyundai.

Non solo, infatti vi è anche la possibilità di proiettare sull’auto immagini che sono all’esterno, da esempio nel caso in cui il veicolo abbia problemi di visibilità posteriore o anteriore, ad esempio il modello Mercedes GLE ha una camera che proietta sul lunotto le immagini di eventuali pedoni che stanno attraversando anche se davanti a sé c’è un altro veicolo che limita la visibilità.

La realtà aumentata può migliorare anche la produttività delle aziende perché consente di accedere a una maggiore quantità di informazioni in breve tempo. Ad esempio in molti casi senza dover smontare un dispositivo elettronico è possibile visionarne l’interno e questo permette un controllo veloce e migliore di tutte le funzionalità, una sorta di RX di accessori e dispositivi veloce e in tempo reale. Molte applicazioni sono disponibili anche per l’agricoltura.

Investimenti nelle nuove tecnologie con i fondi per le PMI e le grandi imprese

Naturalmente le nuove tecnologie con realtà aumentata hanno dei costi, proprio per questo sono disponibili aiuti e agevolazioni di varia natura per le imprese che decidono di investire in esse. L’obiettivo è favorire la transizione digitale e  migliorare i processi di produzione.

Per avere maggiori informazioni, leggi gli approfondimenti:

Decreto Aiuti 2022: aumenta il credito di imposta per formazione e investimenti

Come saranno le aziende del futuro? Analisi e aiuti sull’industria 4.0

Piano Industria 4.0 e finanza agevolata. Benefici per le imprese