A quali agevolazioni ha diritto il pensionato italiano

pensionati
In genere quando si va in pensione si percepisce un assegno nove volte su dieci inferiore allo stipendio. In pratica la pensione è sempre inferiore allo stipendio, il che porta il neo pensionato a ridurre i sorrisi vita perché si riduce il reddito prodotto. Per questo la normativa vigente in Italia prevede diverse agevolazioni per i pensionati, agevolazioni che durante la carriera lavorativa magari, non erano fruibili. Tra le svariate agevolazioni che i pensionati hanno a disposizione ce ne sono 7 su quale occorre aprire un Focus.

Agevolazioni per chi è in pensione in Italia

Con un articolo abbastanza esaustivo pubblicato sul sito “Studio Cataldi.it”, vengono elencate le 7 agevolazioni disponibili per i pensionati che forse sono poco conosciute. La prima riguarda uno sconto sulle bollette di luce acqua e gas, cioè sulle bollette delle utenze domestiche. Il pensionato che ha una certificazione ISEE inferiore a 8.266 euro, può godere di questo importante sconto direttamente in bolletta e in automatico presentando la richiesta dell’ ISEE. Lo strumento quindi è il presentare la dichiarazione sostitutiva unica, cioè la DSU all’INPS in modo tale da avere un ISEE in corso di validità. Infatti lo sconto si ha soltanto se ogni gennaio si rinnova l’ISEE.

Le tasse possono essere scontate per i pensionati

Non è una riduzione statale ma comunale, ma è pur sempre un abbattimento della tassazione da versare. Parliamo della TARI, la tassa sui rifiuti solidi urbani, che ogni famiglia deve versare al proprio Comune di residenza. Per i pensionati esistono le riduzioni, ma essendo la tassa, di competenza comunale, occorre verificare le delibere del proprio Comune, per comprendere se esistono queste riduzioni e soprattutto quali sono i requisiti per ottenerle.

I prestiti per il pensionato, a garanzia Inps e in piccole rate mensili

La maggior parte dei pensionati oggi sono liquidati dall’INPS. L’Istituto nazionale di previdenza sociale Italiano Infatti è l’ente pagatore di tutte le prestazioni pensionistiche, comprese quelle degli altri enti che adesso sono confluiti nel INPS. E grazie alle convenzioni che l’Inps ha aperto con degli istituti di credito, i pensionati possono ricorrere ai prestiti a tasso agevolato con trattenute mensili sulla propria pensione. In pratica i pensionati hanno diritto a prestiti in convenzione con l’INPS, da restituire con piccole rate mensili direttamente sul cedolino della pensione. Il vantaggio di questi prestiti è che la rata da versare non potrà mai essere superiore al 20% della pensione incassata. Altro vantaggio di questi prestiti e l’assicurazione, cioè la copertura che mette al riparo da sorprese future in caso di decesso prematuro del pensionato indebitato. Gli eredi di quest’ultimo infatti non verranno in alcun modo influenzati da eventuali debiti lasciati ai superstiti dal

Anche i trasporti o i bollettini postali sono scontate

Viaggiare sui mezzi pubblici per un pensionato può essere più economico rispetto alla generalità degli avventuri di autobus, tram, bus o metropolitana. In base alle fasce reddituali prestabilite, i mezzi di trasporto pubblici offrono sconti per gli avventori se pensionati. Anche in questo caso è il Comune di residenza quello a cui fare riferimento per verificare se è come si può godere di questo trattamento agevolato in materia di trasporto pubblico. Va detto che lo sconto vale sia  su biglietto singolo che sull’abbonamento. Inoltre pagare il bollettino postale agli sportelli di Poste Italiane consente ai pensionati di avere uno sconto sulla tariffa. Lo sconto è pari a €0,60 a bollettino e vale sempre indicando allo sportellista che si tratta di soggetto pensionato. . E di sconto si parla anche per cinema e teatro, perché i pensionati italiani godono di una riduzione del biglietto di ingresso a questi spettacoli se hanno superato i 65 anni di età e sono pensionati. Infine  l’ultima agevolazione prevista è quella del conto corrente, con molti istituti di credito che ormai adottano strumenti di deposito o di gestione del denaro privi di spese o con spese ridotte per chi ha una certa età.
Informazioni su B. A. 306 Articoli
Sindacalista, operatore di Caf e Patronato, esperto in materia previdenziale, assistenziale, lavorativa e assicurativa. Da 25 anni nel campo, appassionato di scrittura e collaboratore con diversi siti e organi di informazione.