La guida alla voltura catastale e come fare per evitare guai

voltura

La voltura catastale è un adempimento spesso sottovalutato ma molto importante ogni qualvolta cambia il proprietario di un immobile. E questo vale sia per un fabbricato che per un terreno.  Occorre fare la voltura sempre, sia quando si acquista un terreno che quando lo si eredita. Infatti anche per le successioni la voltura catastale è un adempimento necessario per completare la pratica è sostituire il nome del proprietario per esempio, sulle visure catastali. Va ricordato infatti che un immobile per esempio, non può essere venduto se la voltura precedentemente non è stata effettuata.

Cos’è la voltura catastale

Come dice la parola stessa cioè voltura, questa significa cambiare o rigirare. In pratica con la voltura anche i documenti catastali vengono sistemati in base agli atti precedentemente effettuati da chi compra un terreno o da chi eredita un terreno piuttosto che chi compra un terreno o chi compra un fabbricato.  Per questo è del tutto evidente che è la legge che impone l’obbligo di effettuare le volture catastali. Ed è un obbligo che molti disattendono. E questo è dimostrato dal fatto che spesso  chi fa la successione nei termini e quindi entro i  12 mesi dalla morte di una persona, tarda proprio a fare le volture. Invece la voltura dovrebbe essere effettuata in tempi brevi. Infatti è un adempimento che andrebbe fatto entro 30 giorni da quando sarà completata l’istruttoria della dichiarazione di successione.

Come effettuare la voltura in Catasto

Effettuare la voltura significa completare del tutto la procedura di successione. Quindi una volta completata anche la voltura i contribuenti che sono diventati intestatari di un fabbricato o di un terreno, possono e devono inserire questi immobili nel 730, pagare le tasse. Inoltre le volture danno la possibilità anche di rivendere quelli mobili o di farne l’uso che si vuole. La voltura costa intorno a 70 euro tra marche da bollo e imposte varie. Per volture in ritardo l’Agenzia delle Entrate prevede sanzioni ed interessi. Nel caso specifico relativo all’eredità, in sede di voltura vanno riportati i medesimi dati inseriti nella successione. Quindi ogni terreno verrà suddiviso in base alle quote ereditarie iscritte successione.

Le volture dopo una successione, come fare?

Per esempio su una casa di un familiare deceduto, si diventa titolari del diritto di proprietà allo stesso modo degli altri eredi presenti nell’asse ereditario. Nel caso in cui sia presente il coniuge della persona defunta e due figli, l’immobile che era la casa di abitazione principale dove abitavano i coniugi, diventerà per la meta più un terzo di proprietà della madre, mentre gli altri due terzi della metà diventeranno dei figli. Questo fatto salvo i casi di decisioni diverse a livello di testamento da parte del deceduto.

Le volture nei casi di cessione di un immobile tra compratore e venditore

Nei casi di compravendita invece se l’acquirente è una sola persona, la proprietà del bene acquisito e quindi dell’immobile, sarà al 100% del compratore unico. Se gli acquirenti sono 2 la proprietà diventa  del  50% a testa, e se sono 3 la proprietà diventa del 33% e così via. Per effettuare  la voltura occorre presentare istanza all’Agenzia delle Entrate. Dal momento che ormai è tutto telematico, la procedura è assai semplificata. Per le successioni si può produrre tutto insieme, cioè successione e domanda di volture catastali. Il modulo di voltura può essere presentato anche tramite il proprio cassetto fiscale collegandosi al sito dell’agenzia delle entrate è vendicandosi tramite le credenziali di accesso siano esse Spid Cie o Cns. Anche i pagamenti delle imposte di voltura così come quelle di successione possono essere fatte telematicamente tramite i vari strumenti di Home banking che ormai tutti gli istituti di credito  utilizzano e offrono ai loro clienti.

Informazioni su B. A. 305 Articoli
Sindacalista, operatore di Caf e Patronato, esperto in materia previdenziale, assistenziale, lavorativa e assicurativa. Da 25 anni nel campo, appassionato di scrittura e collaboratore con diversi siti e organi di informazione.