Novità sul bonus 200 euro, ecco chi potrebbe riceverlo ad ottobre

Le novità sul bonus 200 euro sono ormai all’ordine del giorno. Ecco chi potrebbe riceverlo nel mese di ottobre, e non a luglio.

Novità sul bonus 200 euro, alcune diversità

Non c’è giorno che passi in cui non ci siano delle novità sul bonus 200 euro. Il bonus è previsto dall’articolo 31 comma 1 del decreto legge 50 del 2022. Tuttavia la misura è molto attesa dagli italiani perché ha un importo di 200 euro netti ed è una tantum. La cifra nasce con la volontà di aiutare le famiglie italiane a far fronte a questo grave periodo di crisi e di inflazione.

Anche se in prima battuta doveva essere direttamente concessa, adesso pare ci siano delle difficoltà e delle diversità tra i vari beneficiari. Infatti se per i percettori di reddito di cittadinanza ed i pensionati il pagamento è automatico per il mese di luglio, altri hanno bisogno di presentare una domanda. E’ il caso dei lavoratori dipendenti che devono presentare una autocertificazione sul proprio reddito. L’Inps ha reso noto una modulo da utilizzare e che il lavoratore deve consegnare al proprio datore di lavoro.

Novità sul bonus 200 euro, c’è chi lo prenderà ad ottobre

Tramite la circolare dell’Inps, n.73 del 2 giugno 2022 arriva una novità sul bonus. Infatti i titolari di Naspi, Dis-Coll, beneficiari di disoccupazione agricola ed ex indennità Covid riceveranno il contributo nel mese di ottobre. Lo stesso dicasi anche per i lavoratori delle categoria chiamate a presentare domanda come i collaboratori e gli stagionali.

In particolare queste categorie devono presentare la domanda all’Inps entro il 31 ottobre 2022. Tra questi i titolari di rapporti di collaborazione coordinata e continuativa, gli stagionali, i lavoratori a tempo determinato e intermittente con 50 giornate di lavoro effettivo nel 2021. Ed ancora rientrano i lavoratori a tempo determinato del settre agricolo, gli iscritti al Fondo pensione lavoratori dello spettacolo con 50 contributi giornalieri nel 2021.
Per i lavoratori domestici assicurati presso la Gestione dell’Inps, le istanze potranno essere trasmesse entro il 30 settembre 2022. Per i nuclei beneficiari del Reddito di cittadinanza sarà stanziata la somma maggiorando la rata di luglio, qualora i membri del nucleo non abbiano già beneficiato dello stesso contributo in quanto appartenenti alle altre categorie destinatarie del bonus.

Dipendenti pubblici e lavoratori autonomi

I dipendenti pubblici non hanno bisogno di presentare nessuna autodichiarazione. Il ricevimento del contributo è previsto per luglio 2022. Questo perché i loro servizi di pagamento delle retribuzioni sono gestiti dal sistema informatico del Mef.

Si brancola nel buoi per i lavoratori autonomi per i quali dovrebbe essere previsto solo il vincolo del reddito, ovvero quello di 35 mila euro. Tuttavia non è ancora possibile, per i lavoratori autonomi, presentare la richiesta di contributo, perché non vi è nessuna domanda da compilare. Anche se sembra proprio che i titolari di partita iva lo percepiranno da settembre in poi. Ma ancora si attende qualche comunicazione definitiva.

Informazioni su Francesca Cavaleri 631 Articoli
Nella vita sono una piccola imprenditrice nel settore immobiliare. Ho una laurea con specializzazione in Economia e direzione aziendale, ottenuta presso la facoltà di Catania con il massimo dei voti. Mi piace scrivere articoli online, per questo ho avviato da circa 4 anni vari progetti portati a termine con successo. Il saper comunicare credo che sia un'arma vincente. Amo la mia terra, il sole, il mare, la mia famiglia e gli animali. La vita è troppo breve pertanto cerco di viverla nel migliore dei modi.