Stangata d’autunno 2022, caro vita da paura con l’inflazione che vola

Stangata d’autunno 2022 prevista per le famiglie e le imprese italiane. Rincari e incrementi medi dei prezzi del 10% su base annua.

Stangata d’autunno 2022, le paure degli italiani

Le previsioni per l’autunno sono tutt’altro che rosee. A causa del caro vita per i costi esorbitanti delle bollette cresce sempre più la paura di non arrivare alla fine del mese. Per quanto riguarda il gas, ad esempio, giorno 9 settembre è previsto un Consiglio straordinario dell’energia per i paesi europei. Un incontro che potrebbe decidere anche un tetto massimo al costo del gas, che potrebbe essere intorno a 9o euro a megawattora.

Altra paura è quello di restare senza riscaldamenti soprattutto nelle scuole o nelle case. Il Governo Italiano ragiona anche di abbassare di qualche grado le temperature negli edifici pubblici come le scuole pubbliche o la pubblica amministrazione. Anche se l’Italia è all’82% della capacità di immagazzinamento. E’ allarme anche da parte dei Comuni che minacciano di togliere alcuni servizi a danno dei cittadini. Si paventa anche l’idea di un “coprifuoco” per ridurre l’illuminazione di strade, centri storici ed edifici pubblici.

Stangata d’autunno 2022, i consumi alimentari contratti

Ma la paura più grande per le famiglie italiane è quella di non riuscire a portare sulla tavola il pranzo e la cena. Cresce l’inflazione, ma gli stipendi e le pensioni restano invariati. Ad esempio, ad agosto l’inflazione è pari a +8.4% su base annua. Non si registrava un valore così, in Italia, dal 1985. Anche il prezzo del latte potrebbe superare la soglia dei 2 euro al litro nei prossimi mesi.

I prezzi di bene di consumo, pulizia della persona e della casa, hanno in media aumenti pari al 9,7%. Secondo il Codacons per una famiglia tipo la spesa sarà pari a 2.500 euro per l’anno. Importo che arriva a 3 mila euro se il nucleo familiare ha due figli. Mentre per Coldiretti la contrazione dell’acquisto di frutta e verdure è pari all’11% rispetto allo scorso anno. Se si continua così i consumi alimentari potrebbero continuare a diminuire. E questo si ripercuote anche sulle imprese che producono prodotti di questo settore.

Aumentano gli acquisti di biciclette e monopattini

In contro corrente ci sono gli acquisti di biciclette e monopattini. Gli italiani stanno sempre più lasciando l’automobile privata a casa perché la benzina è diventata troppo costosa. E così ci si sposta in bicicletta o monopattino, dove possibile, cercando così di risparmiare sulla stangata della benzina.

Imprese, industrie, commercianti e famiglie stanno andando incontro a una catastrofe causata dall’abnorme crescita dei costi energetici, con le bollette destinate a registrare aumenti record durante i prossimi mesi“, dichiara il Codacons. La stangata d’autunno aspetta gli italiani che fin da ora devono prepararsi a fare i conti con nuove restrizioni.

 

Informazioni su Francesca Cavaleri 698 Articoli
Nella vita sono una piccola imprenditrice nel settore immobiliare. Ho una laurea con specializzazione in Economia e direzione aziendale, ottenuta presso la facoltà di Catania con il massimo dei voti. Mi piace scrivere articoli online, per questo ho avviato da circa 4 anni vari progetti portati a termine con successo. Il saper comunicare credo che sia un'arma vincente. Amo la mia terra, il sole, il mare, la mia famiglia e gli animali. La vita è troppo breve pertanto cerco di viverla nel migliore dei modi.