Mini eolico portatile, l’energia in casa sfruttando il vento

Il mini eolico portatile potrebbe essere un’altra soluzione per risparmiare in bolletta, del resto qualsiasi  alternativa per risparmiare è da considerare.

Mini eolico portatile, di cosa si tratta?

Sole, vento, qualsiasi altra fonte rinnovabile per risparmiare sulla bolletta dell’energia è interessante. Proprio perché il caro energia di questi mesi ha stressato molto le famiglie italiane. Così ecco la novità che arriva da alcuni scienziati di Singapore. Si tratta del mini eolico a basto che promette performance importanti. Infatti sembra capace di catture le brezze leggere e di trasformarle in energia. Le pale eoliche sono in grado proprio di muoversi anche con il vento di bassa intensità.

Anche le dimensioni sono contenute e questo potrebbe permettere  anche agli edifici residenziali di rendersi indipendenti. Quindi istallato magari sul balcone di casa, come nel caso del fotovoltaico da balcone,  potrebbe contribuire a produrre energia utile per ogni appartamento. E a dire il vero che l’ambiente ne può trovare giovamento, riducendo l’inquinamento nella produzione.

Mini eolico portatile, cosa cambia rispetto alle classe pale?

Fino ad oggi siamo abituati a vedere le grandi pale, poste su zone particolarmente ventose, che hanno bisogno proprio del vento per muoversi. Mentre la rivoluzione asiatica sta proprio nella capacità di funzionare con piccole correnti d’aria. Ma non solo, il costo è contenuto, nonostante sia costruito con materiale molto resistente. Si parla di resina epossidica cioè polimer i termoindurente con reazione a freddo. Il formulato è normalmente costituito da una resina base (componente A) e da un indurente (componente B), i quali, miscelati accuratamente nel rapporto d’uso indicato dal produttore, solidificano, dando origine ad uno strato vetrificato lucido.

Tuttavia siamo ancora in una forma iniziale della nuova invenzione. Infatti se si calcola l’esposizione ai venti di velocità di due metri al secondo, sarà quindi in grado di produrre 3 Volt e generare 290 microwatt. Quindi sicuramente non è in grado, almeno in questo momento, di sostituire la bolletta della luce, ma  la strada deve essere ancora perfezionata.

Manutenzione e rispetto dell’ambiente

Il mini eolico portatile funge anche da potenziale alternativa alle batterie agli ioni di litio più piccole, In merito alla manutenzione, sembra che non ci siano grandi operazioni da fare, anche perché non utilizza metalli pensanti che se non smaltiti correttamente possono causare danni ambientali.

Quindi l’invenzione deve essere potenziata, ma già offre la possibilità di accendere 40 led con una velocità di vento pari a 4 metri al secondo. Il vento, come il sole, sono a disposizione di tutti, pertanto non mancheranno ulteriori perfezionamenti di questa invenzione.

 

 

 

 

Informazioni su Francesca Cavaleri 838 Articoli
Nella vita sono una piccola imprenditrice nel settore immobiliare. Ho una laurea con specializzazione in Economia e direzione aziendale, ottenuta presso la facoltà di Catania con il massimo dei voti. Mi piace scrivere articoli online, per questo ho avviato da circa 4 anni vari progetti portati a termine con successo. Il saper comunicare credo che sia un'arma vincente. Amo la mia terra, il sole, il mare, la mia famiglia e gli animali. La vita è troppo breve pertanto cerco di viverla nel migliore dei modi.