Nuovi codici tributo dall’Agenzia delle Entrate. Attenti a non sbagliare

nuovi codici tributo

L’Agenzia delle Entrate ha reso noto che per alcune accise e sanzioni sono cambiati i codici tributo, vediamo quali sono e quando devono essere utilizzati.

I nuovi codici tributo dell’Agenzia delle Entrate

Con la Risoluzione 66/E dell’Agenzia delle Entrate sono stati ridefiniti i codici tributi da utilizzare per versare correttamente alcune accise e le somme dovute in seguito ad accertamento. Sono 17 i codici tributo cambiati dall’Agenzia delle Entrate e vanno dal numero 2950 al numero 2966. Riassumiamo in un pratico schema con il vecchio codice tributo e il nuovo.

Vecchio codice tributoNuovo codice tributoDescrizioneRisoluzione
29502802Accisa sull’alcole – AccertamentoRis. n. 22/E del 14/01/2001
29512803Accisa sulla birra – AccertamentoRis. n. 22/E del 14/01/2001
29522804Accisa sui prodotti energetici, loro derivati e prodotti analoghi – AccertamentoRis. n. 22/E del 14/02/2001
Ris. n. 40/E dell’11/02/2008
29532805Accisa sui gas petroliferi liquefatti – AccertamentoRis. n. 22/E del 14/01/2001
29542806Accisa sull’energia elettrica – AccertamentoRis. n. 22/E del 14/02/2001
Ris. n. 40/E dell’11/02/2008
29552809Accisa sul gas naturale per autotrazione – AccertamentoRis. n. 22/E del 14/02/2001
Ris. n. 40/E dell’11/02/2008
29562812Denaturanti- Contrassegni di Stato- AccertamentoRis. n. 22/E del 14/01/2001
29572813Diritti di licenza sulle accise e imposte di consumo – AccertamentoRis. n. 22/E del 14/01/2001
29582814Accisa sul gas naturale per combustione – AccertamentoRis. n. 22/E del 14/02/2001
Ris. n. 40/E dell’11/02/2008
29592816Imposta di consumo sugli oli lubrificanti e sui bitumi di petrolio – AccertamentoRis. n. 22/E del 14/01/2001
29602817Tassa sulle emissioni di anidride solforosa e di ossidi di azoto – AccertamentoRis. n. 22/E del 14/01/2001
29612818Entrate eventuali diverse concernenti le accise e le imposte di consumo –AccertamentoRis. n. 22/E del 14/01/2001
29622845Accisa sul carbone, lignite e coke di carbon fossile utilizzati per carburazione o combustione – AccertamentoRis. n. 40/E dell’11/02/2008
29632846Accisa sugli oli e grassi animali e vegetali utilizzati per carburazione o combustione – AccertamentoRis. n. 40/E dell’11/02/2008
29642847Accisa sull’alcol metilico utilizzato per carburazione o combustione – AccertamentoRis. n. 40/E dell’11/02/2008
29652820Indennità e interessi di mora per ritardati o differiti versamenti delle accise – AccertamentoRis. n. 22/E del 14/01/2001
29662821Sanzioni amministrative dovute in materia di accise ed imposte di consumo- AccertamentoRis. n. 22/E del 14/01/2001

L’Agenzia delle Entrate sottolinea che restano immutati gli altri codici relativi a reclamo e mediazione di cui all’articolo 17-bis, D.lgs. n. 546/1992.

Indicazione per la compilazione del modello F24 con i nuovi codice tributo

I codici devono essere indicati nella sezione Sezione Accise/Monopoli e altri versamenti non ammessi in compensazione” del modello “F24 Accise” nella colonna “importi a debito versati”.

Per i vari campi è invece necessario indicare:

– “ente”, la lettera “D
– “provincia”, la sigla della provincia in cui avviene l’immissione in consumo
– “codice identificativo”, il codice ditta (composto da nove caratteri alfanumerici privo di caratteri “IT00” ove indicati)
– “anno di riferimento”, l’anno d’imposta per cui si effettua il pagamento, nel formato “AAAA
– “codice ufficio”, nessun valore
– “codice atto”, se richiesto, il codice dell’atto oggetto di definizione
– “mese”, nessun valore.

Nel caso in cui si decida di versare gli importi a rate occorre usare il formato NNRR, dove NN indica il numero della rata in pagamento e RR il totale delle rate. Ad esempio se si deve versare la seconda rata di 6, si dovrà scrivere 0206.