Cartelle esattoriali 2023, come richiedere la rottamazione

Le cartelle esattoriali 2023 sono debiti che il contribuente deve pagare e che quindi ha bisogno di estinguere in qualche modo, ma come si chiede la rottamazione?

Cartelle esattoriali 2023, come fare?

Le cartelle esattoriali 2023 sono un’angoscia per molti contribuenti che comunque devono fare i conti con un debito. Notificato dall’Agenzia delle entrate riscossione rappresenta un debito che primo o poi va pagato dal debitore, anche in questi periodi di difficoltà economica. Tuttavia è possibile presentare una domanda di adesione alla definizione agevolata cioè il  meccanismo che consente al contribuente che ha contratto un debito di accedere a particolari sconti su sanzioni e interessi, oltre alla rateizzazione.

La legge n.197/2022 prevede che la domanda di adesione alla Definizione agevolata deve essere trasmessa esclusivamente in via telematica. La domanda deve essere presentata entro il 30 aprile 2023. La procedura è molto semplice. Il contribuente presenta la domanda di adesione. Come risposta l’Agenzia delle entrate riscossione invia una mail con la notifica di presa incarico della richiesta. Infine la stessa agenzia invia una mail con la ricevuta di adesione (R-DA-2023).

Cartelle esattoriali 2023, le modalità di presentazione

Esistono due modalità alternative per la presentazione della domanda: online con modalità privata o pubblica. Nel primo caso occorre compilare il form e indica le cartelle/avvisi che si intende inserire nella domanda di adesione direttamente dall’area riservata con le credenziali SPID, CIE e Carta Nazionale dei Servizi. Oppure con la modalità online pubblica. In questo caso occorre compilare il form, allegando la documentazione di riconoscimento. Si ricorda di specificare l’indirizzo e-mail per avere la ricevuta della domanda di adesione (R-DA-2023). La domanda può essere presentata anche da un intermediario.

Dopo la presentazione in area riservata si riceverà una mail di presa incarico con la ricevuta di presentazione della domanda, mentre nel secondo caso, in area pubblica:

  • si riceverà una prima e-mail all’indirizzo che hai indicato, con un link da convalidare entro le successive 72 ore. Decorso tale termine, il link non sarà più valido e la richiesta sarà automaticamente annullata.
  • Dopo la convalida della richiesta, una seconda e-mail indicherà la presa in carico, con il numero identificativo della pratica e il riepilogo dei dati inseriti.
  • Infine, se la documentazione allegata è corretta, verrà inviata una terza e-mail con allegata la ricevuta di presentazione della domanda di adesione (R-DA-2023).

Il caso del sovraindebitamento

E’ possibile accedere alla definizione agevolata anche nel caso di sovraindebitameto. In questo caso la domanda di adesione può essere presentata solo tramite posta elettronica certificata (Pec), invitando il modello DA-LS-2023 alla Pec indicata nello stesso modello. Infine il modello DA-LS-2023 e le relative modalità di presentazione non sono da utilizzare per l’adesione alla Definizione agevolata dei carichi affidati all’Agente della riscossione che non sono interessati da procedimenti di composizione della crisi da sovraindebitamento.

Informazioni su Francesca Cavaleri 1505 Articoli
Nella vita sono una piccola imprenditrice nel settore immobiliare. Ho una laurea con specializzazione in Economia e direzione aziendale, ottenuta presso la facoltà di Catania con il massimo dei voti. Mi piace scrivere articoli online, per questo ho avviato da circa 4 anni vari progetti portati a termine con successo. Il saper comunicare credo che sia un'arma vincente. Amo la mia terra, il sole, il mare, la mia famiglia e gli animali. La vita è troppo breve pertanto cerco di viverla nel migliore dei modi.