Cartelle esattoriali 2023, arriva la svolta a partire dal 31 marzo

rateizzazione

Le cartelle esattoriali 2023 hanno finalmente una data per la loro cancellazione. Ecco tutti i dettagli sui debiti che saranno cancellati e come verificare.

Cartelle esattoriali 2023, arriva la data per la cancellazione

Le cartelle esattoriali dovrebbero essere a breve cancellate e c’è finalmente una data. Mancano pochissimi giorni, poi a partire dal 31 marzo 2023, dovrebbe arrivare la cancellazione dei debiti per tutti quei contribuenti che sono “rimasti indietro”. In particolare l’Agenzia delle entrate riscossione, andrà ad annullare i debiti che vanno dal 2000 fino al 2015.

Tuttavia è meglio sottolineare che per tutti debiti comunali, sarà possibile, solo dopo l’adesione da parte del comune o dell’ente locale di riferimento della cartella in questione, corrispondente ad esempio una tassa evasa o una multa non pagata. Quindi si consiglia anche di vedere se nel proprio comune ci sono avvisi in merito. Infine per i comuni che non aderiscono sembra aprirsi lo spiraglio del Saldo e stralcio, abbattendo i sanzioni ed interessi e lasciando intatto il valore di partenza.

Cartelle esattoriali 2023, per quali debiti?

La legge di bilancio 2023 annulla le cartelle esattoriali non pià esigibili, ovvero quelle con debiti al di sotto dei mille euro. Il riferimento temporale è quello compreso tra il 2000 e il 2015. Anche perché  la loro gestione, costa più della somma realmente ottenuta. Ma escludendo parzialmente multe, tributi comunali e rendendo opzionale l’annullamento dei debiti sotto soglia contratti verso Enti previdenziali privati.

Qualora i debiti non rientrassero in queste categorie, c’è sempre l’opzione di pagarle attraverso i seguenti modi:

  • tramite il servizio “Paga-on line” disponibile sul sito di ( Agenzia delle Entrate-Riscossione) e sull’App Equiclick
  • tramite i canali telematici delle banche, di Poste Italiane e di tutti gli altri Prestatori di Servizi di Pagamento (PSP) aderenti al nodo pagoPA
  • presso banche, Poste e tabaccai
  • presso gli sportelli dell’Agente della riscossione

Come controllare la propria posizione debitoria

Il singolo contribuente, persona fisica, può vedere le cartelle esattoriali online accedendo al sito dell’Agenzia delle entrate Riscossione. Nella home page del sito occorre cliccare prima sulla sezione “cittadini” e poi su “Controlla la tua situazione” che mostra l’estratto conto. La stessa cosa si deve fare per controllare se la propria cartella, ad esempio di importo fino a mille euro è stata definitivamente stralciata. Mentre per eventuali altri debiti che non rientrano nello stralcio, sempre dalla stessa sezione è possibile consultare le singole cartelle ed eventualmente procedere al pagamento per mettere definitivamente fine alla propria situazione debitoria  nei confronti del fisco.

Informazioni su Francesca Cavaleri 1534 Articoli
Nella vita sono una piccola imprenditrice nel settore immobiliare. Ho una laurea con specializzazione in Economia e direzione aziendale, ottenuta presso la facoltà di Catania con il massimo dei voti. Mi piace scrivere articoli online, per questo ho avviato da circa 4 anni vari progetti portati a termine con successo. Il saper comunicare credo che sia un'arma vincente. Amo la mia terra, il sole, il mare, la mia famiglia e gli animali. La vita è troppo breve pertanto cerco di viverla nel migliore dei modi.