Bonus benzina 2023, a chi spetta e come richiederlo

Il bonus benzina 2023 esiste anche per quest’anno e per i dipendenti del settore privato. Ma chi sono i destinatari dell’agevolazione e come si richiede?

Bonus benzina 2023, quanto costa la benzina adesso?

Durante la prima settimana di maggio il prezzo medio settimanale della benzina è risultato di 1,828 €/lt rispetto ai 1,880 €/lt di tre settimane prima (10 – 17 aprile) con una riduzione di -5,2 cent/lt. Stessa sorte sembra essere anche per il gasolio. Infatti durante la prima settimana di maggio infatti il prezzo medio settimanale è risultato di 1,675 €/lt, rispetto ai 1,759 €/lt di tre settimane prima (10 – 17 aprile), con una riduzione di -8,4 cent/lt.

Quando si va a fare rifornimento alla pompa, la situazione è migliorata rispetto a quanto accaduto nel 2022. Ma il bonus benzina 2023 è un’agevolazione ancora richiedibile,  ma solo per coloro che lavorano nel settore privato. Un contributo del valore di 200 euro per affrontare il caro benzina. E che ha permesso proprio a questi dipendenti di avere un valido aiuto per uscire dalla situazione di difficoltà, dovuto alla crisi economica post Covid-19.

Bonus benzina 2023, in cosa consiste?

L’importo del bonus è pari a 200 euro che viene consegnato dal datore di lavoro al lavoratore. Ma nella misura non rientrano i lavoratori del settore pubblico e neanche i lavoratori autonomi e i professionisti. Per averlo non è necessario presentare alcuna domanda. Ma viene dato direttamente al lavoratore dall’azienda per cui presta  la tua attività.

In realtà si può avere il bonus con due differenti modalità: tramite benefit aziendali oppure buoni benzina. In entrambi i casi non vanno a incrementare il reddito del contribuente. Quindi non ci sono legami con il reddito da lavoro e quindi con il pagamento delle tasse, in fase di dichiarazione dei redditi.  Per usufruire del bonus benzina 2023 c’è tempo fino al 12 gennaio 2024.

I cambiamenti apportati dalla legge

La legge sul bonus benzina ha introdotto alcuni cambiamenti. Infatti la cessione del bonus benzina può avvenire a qualsiasi titolo e non solo gratuitamente. Inoltre la legge ha confermato l’obbligo di esporre i prezzi medi di riferimento accanto a quelli praticati, calcolati dal ministero delle Imprese e del Made In Italy sulla base delle comunicazioni ricevute da tutti gli esercenti. Infine per tutto l’anno c’è la possibilità di usufruire del buono benzina, quindi ad oggi è meglio approfittare di questa agevolazione.

 

Informazioni su Francesca Cavaleri 1524 Articoli
Nella vita sono una piccola imprenditrice nel settore immobiliare. Ho una laurea con specializzazione in Economia e direzione aziendale, ottenuta presso la facoltà di Catania con il massimo dei voti. Mi piace scrivere articoli online, per questo ho avviato da circa 4 anni vari progetti portati a termine con successo. Il saper comunicare credo che sia un'arma vincente. Amo la mia terra, il sole, il mare, la mia famiglia e gli animali. La vita è troppo breve pertanto cerco di viverla nel migliore dei modi.