Luglio 2023, tutte le scadenze da segnare in calendario

certificazione unica 2024

E’ arrivato anche luglio 2023 con le sue scadenze da segnare in agenda. Soprattutto per i lavoratori autonomi e le imprese, ecco tutte le novità.

Luglio 2023, si parte dal 10 e 17 luglio

L’estate è arrivata, il caldo anche, ma le scadenze fiscali quelle non danno tregua in qualsiasi mese dell’anno. E anche se qualcuno è già partito per le vacanze, occorre non dimenticare gli appuntamenti con il Fisco e gli altri enti creditizi. Così si parte direttamente dal 10 luglio. Lunedì 10 luglio scadono i termini per il versamento all’INPS dei contributi da lavoro domestico. I datori di lavoro di Colf, badanti o baby sitter dovranno versare i contributi trimestrali per i collaboratori domestici, con riferimento al precedente trimestre.

Per il 17 luglio sono previsti ben 79 versamenti. Previsto il versamento della seconda rata dell’imposta sostitutiva operata nella forma della “cedolare secca”, a titolo di saldo per l’anno 2022 e di primo acconto per l’anno 2023 con applicazione degli interessi nella misura dello 0,18%. Inoltre versamento della seconda rata dell’Irpef risultante dalle dichiarazioni annuali, a titolo di saldo per l’anno 2022 e di primo acconto per l’anno 2023 con applicazione degli interessi nella misura dello 0,18%. Ed ancora liquidazione Iva del mese di giugno 2023 per chi fa la liquidazione mensile e il versamento della rata del saldo Iva 2022.

Inoltre il versamento delle ritenute operate dal sostituto d’imposta nel mese di giugno. Sempre per il 17 luglio non dimentichiamo il versamento mensile dell’imposta sulle transazioni finanziarie, anche conosciuta come Tobin Tax, da effettuare con Modello F24 con modalità telematica.

Continuano i versamenti per tutto il mese

Altra importante scadenza è quella prevista per il 20 luglio. Entro tale data sono previsti ben 48 versamenti, secondo lo scadenziario messo a disposizione dall’agenzia delle entrate. Tra questi adempimenti c’è il versamento, in unica soluzione o come prima rata, dell’Irpef risultante dalle dichiarazioni annuali, a titolo di saldo per l’anno 2022 e di primo acconto per l’anno 2023, senza alcuna maggiorazione. Ed ancora: Iva, Ires, addizionali ed irap.

Il 24 luglio con riferimento alle dichiarazioni dei redditi (modello 730/2023) presentate dal 21 giugno al 15 luglio 2023 ricevono dal CAF o dal professionista abilitato che presta l’assistenza fiscale la copia della dichiarazione elaborata (Mod. 730/2023) e il relativo prospetto di liquidazione mod. 730-3. Mentre il 25 luglio, devono essere presentati gli elenchi INTRA mensili e trimestrali. Le operazioni oggetto di comunicazione sono quelle relative al mese di giugno per i soggetti Iva con obbligo mensile e quelle relative al secondo trimestre 2023 per i soggetti con l’obbligo Iva trimestrale.

Anche il 31 luglio sono previsti versamenti

E si concludono gli adempimenti con il 31 luglio. Scadono i termini per la presentazione all’Inps delle domande di CIGO (Cassa Integrazione Guadagni Ordinaria) per eventi oggettivamente non evitabili verificatisi nel mese precedente. Ed ancora presentazione della richiesta di rimborso o utilizzo in compensazione del credito Iva trimestrale (Modello IVA TR). E se ancora è rimasto qualche euro in tasca, sarebbe anche ora di prenotare qualche giorno di vacanza, dopo tutte queste scadenze, i contribuenti lo merito proprio.

Informazioni su Francesca Cavaleri 1534 Articoli
Nella vita sono una piccola imprenditrice nel settore immobiliare. Ho una laurea con specializzazione in Economia e direzione aziendale, ottenuta presso la facoltà di Catania con il massimo dei voti. Mi piace scrivere articoli online, per questo ho avviato da circa 4 anni vari progetti portati a termine con successo. Il saper comunicare credo che sia un'arma vincente. Amo la mia terra, il sole, il mare, la mia famiglia e gli animali. La vita è troppo breve pertanto cerco di viverla nel migliore dei modi.