INPS e INAIL: come si apre una posizione?

posizione INPS e INAIL

Oggi andiamo a scandagliare una piccola guida per l’iscrizione obbligatoria ad INPS e INAIL, per nuove imprese, lavoratori occasionali e professionisti. Scopriamo, dunque, come aprire una posizione INPS e INAIL.

Obblighi verso INPS e INAIL, come aprire una posizione:

Cominciamo col dire che hanno l’obbligo di iscriversi ad INPS e INAIL tutti i datori di lavoro, le aziende e i lavoratori autonomi che avviano la propria attività. Andiamo, pertanto, a scoprire come occorre una posizione verso i due enti, nel caso di commercianti, artigiani e lavoratori autonomi. Partendo dai lavoratori autonomi, cominciamo col dire che non appartengono ad un ente previdenziale autonomo, ma dovranno effettuare iscrizione alla gestione separata INPS, in un tempo di 30 giorni dall’apertura dell’attività registrata all’Agenzia delle entrate.

Dovranno quindi iscriversi alla Gestione Separata:

  • i professionisti senza ordine;
  • i lavoratori autonomi occasionali con un reddito superiore ai 5000 euro.

Come iscriversi all’INPS, per i lavoratori autonomi:

I soggetti obbligati all’iscrizione INPS, potranno effettuare tale passaggio attraverso via telematica, ma anche attraverso comunicazione Unica, usando il servizio online ComUnica. O, ovviamente, recandosi presso sportello fisico dell’INPS. I dati anagrafici, codice fiscale e data di avvio di attività, sono i requisiti richiesti per l’iscrizione.

Come iscriversi all’INPS, per i commercianti:

Per quanto riguarda i commercianti, dovranno iscriversi alla Gestione Artigiani e Commercianti dell’INPS. Per fare ciò sarà necessario presentare la Comunicazione Unica. Trattasi di un adempimento obbligatorio sia per le imprese individuali, sia per le imprese familiari, sia per le società di persone Sas, le Snc che per le società di capitali che operano nel settore del terziario, del turismo e del commercio.

Come iscriversi all’INPS per gli artigiani:

Per concludere il quadro di iscrizioni all’INPS, vediamo come funziona per la categoria degli artigiani. Questi dovranno anch’essi effettuare l’iscrizione all’INPS nella Gestione Artigiani e Commercianti, sempre attraverso la Comunicazione Unica da inviare entro 30 giorni dall’inizio dell’attività artigiana. Questo obbligo spetterà alle imprese individuali, alle imprese familiari, alle società di persona Sas e alle società di capitali che svolgono un’attività di produzione di beni e semilavorati e di prestazioni di servizi. I requisiti richiesti agli artigiani sono, principalmente, i seguenti:

  • avere l’età minima di 18 anni;
  • esercitare l’attività anche manuale di persona;
  • svolgere in prevalenza il lavoro di artigiano
  • assumersi la piena responsabilità dell’impresa
  • restare entro e non oltre i limiti dimensionali previsti dalla legge 443/85.

Come iscriversi all’INAIL

Per quanto riguarda l’iscrizione all’ ente INAIL vediamo cosa cambia per queste stesse categorie che ne mantengono l’obbligo. All’ istante in cui sarà avviata la nuova attività, sia gli imprenditori che i datori di lavoro dovranno presentare all’Istituto la denuncia di iscrizione attraverso il servizio telematico ComUnica, lo stesso servizio online usato per l’iscrizione all’INPS. Nella quale denuncia di iscrizione dei dipendenti, i datori di lavoro, dovranno fornire indicazioni riguardo l’attività esercitata, le lavorazioni svolte e le retribuzioni dei lavoratori. Nel caso, invece, specificatamente delle imprese marittime, queste dovranno indicare anche il tipo di nave, il relativo utilizzo della stessa ed infine il numero di persone previste dalla tabella di armamento.

Cos’è e come funzione ComUnica?

Prima di passare allo step definitivo per il conseguimento della certificazione, a seguito dell’iscrizione INAIL, precisiamo qualcosa sul servizio ComUnica. Tale servizio, previa esclusivamente telematica, attraverso portale online, coinvolge le Camere di commercio, l’industri, l’artigianato e l’agricoltura, l’Agenzia delle entrate e quindi INAIL e INPS. Si prefissa di essere una facilitazione amministrativa atta a consentire di assolvere a tutti gli adempimenti, rivolgendosi ad un solo canale telematico, ovvero il Registro delle Imprese. Effettuando un solo invio si potrà, così, assolvere a tutti gli adempimenti amministrativi previsti per l’iscrizione al Registro delle imprese e, se ne sussistono i presupposti di legge, anche per quelli previdenzialiassistenziali e fiscali.

Certificato di assicurazione INAIL

Al limite dei 30 giorni dalla data della presentazione della suddetta denuncia di iscrizione, l’ente INAIL potrà rilasciare un certificato di assicurazione. Questo viene pertanto chiamato certificato di assicurazione INAIL, il quale contiene al suo interno i seguenti dati:

  • il codice abbinato alla ditta;
  • il numero di posizione assicurativa territoriale;
  • il PIN per l’accesso ai servizi telematici;
  • gli elementi utili e necessari al calcolo del premio assicurativo;
  • l’importo del premio dovuto e le relative scadenze per il versamento del medesimo.

Ora, dunque, avete scoperto tutto il necessario per il vostro passaggio di iscrizione ad INPS e INAIL, non vi resta che passare ai fatti per le dovute procedure.

Informazioni su Davide Scorsese 119 Articoli
Appassionato di scrittura, ho collaborato per diverse testate online tra le quali ricordiamo BlastingNews.com e NotizieOra.it. Ama cinema e scrittura, fin dalla tenera età, studia recitazione e consegue una formazione attoriale nei teatri off partenopei.