Reddito imponibile ai fini Irpef, come si calcola?

Oggi andremo a scandagliare l’annosa questione del reddito imponibile per i fini IRPEF, di cosa si tratta e come calcolarlo in maniera idonea e corretta.

Reddito imponibile, cosa è e come si calcola

Andiamo, innanzitutto a visualizzare esattamente cosa è il reddito imponibile ai fini IRPEF. Dunque, il reddito imponibile è quella parte di reddito alla quale si applica l’aliquota prevista per la determinazione delle imposte.

Molti si chiedono come lo si calcola, quindi per poter comunicarlo ai fini IRPEF. Il reddito imponibile è calcolato sottraendo dal reddito complessivo lordo i cc.dd. oneri deducibili, che sono delle spese di natura personale alle quali è attribuita rilevanza dal legislatore e che sono tali da incidere sulla capacità contributiva dei cittadini.

Per un corretto calcolo del reddito imponibile, è necessario analizzare il reddito complessivo lordo e gli oneri deducibili.

Reddito imponibile lordo di cosa si tratta

Dunque, quando si parla di reddito complessivo lordo, parliamo di quell’importo dato dal totale dei redditi percepiti durante tutto l’anno di imposta.

Esso è composto dalle seguenti categorie di reddito:

  • redditi da lavoro dipendente;
  • redditi da lavoro autonomo;
  • redditi di impresa (proventi che derivano dall’esercizio di un’attività commerciale in forma di impresa individuale);
  • redditi di capitale (proventi che derivano dalla partecipazione a una società);
  • redditi fondiari (inerenti a immobili e terreni siti in Italia. Si pensi, ad esempio, ai proventi della loro locazione);
  • redditi diversi (ovvero quei redditi non riconducibili alle categorie di cui sopra)

Ma ancora scatta inflessibile la domanda: come si determina il reddito complessivo lordo?

La risposta a questa annosa domanda filo burocratica è presto detta. Per determinare il reddito complessivo lordo occorre, dunque, sommare tutte le predette voci e considerare tutte le somme di denaro che il contribuente ha percepito durante l’anno.

Oneri deducibili per il reddito imponibile

Gli oneri deducibili, come si può intendere, coincidono con delle spese alle quali il legislatore ha attribuito una particolare rilevanza e che, quindi, incidono sulla tassazione dei redditi, alleggerendo la medesima. Nella filiera di oneri deducibili possiamo citare i seguenti:

  • le erogazioni liberali in denaro in favore di università o fondazioni universitarie, a favore di enti di ricerca, di istituzioni religiose, di organizzazioni non governative, quindi di organizzazioni non lucrative di utilità sociale, o ad associazioni di promozione sociale;
  • gli assegni di mantenimento al proprio coniuge;
  • le rendite, i vitalizi e gli assegni alimentari;
  • i contributi previdenziali ed i contributi assistenziali.

Non bisogna, tuttavia, confondere gli oneri deducibili con gli oneri detraibili. Questi infatti sono niente altro che delle spese che, nel calcolo delle imposte sui redditi, intervengono in un secondo momento, dovendo essere sottratte non dal reddito complessivo lordo ma dall’imposta dovuta, come calcolata tenendo conto del reddito netto.

Per fare un breve esempio sulla questione, utile ad inquadrare al meglio il calcolo del reddito imponibile:

poniamo per ipotesi, un reddito complessivo lordo di 32.000 euro. Se, nel corso dell’anno, il contribuente ha corrisposto 5.000 euro all’ex coniuge a titolo di mantenimento e ha fatto un’erogazione liberale a favore di un’istituzione tra quelle sopra citate (come un’università o un ente religioso), per un importo pari a 500 euro, l’aliquota Irpef si applicherà non su 32.000 euro, ma su un reddito di 26.500 euro, sottraendo dal totale di 32.000 euro sia i 5.000 euro al coniuge che le 500 euro all’ente.

Ricordiamo in ultimo, ma non ultimo la scadenza ordinaria per presentare il versamento all’ IRPEF, cade il 30 giugno di ogni anno. Quanto alla scadenza straordinaria vi è tempo entro 30 giorni dalla scadenza ordinaria con maggiorazione dello 0,40% sui costi.

Ora che abbiamo fatto un po’ di luce sulla questione, potete iniziare a mettere mano al calcolo del vostro reddito imponibile ai fini irpef.

Informazioni su Davide Scorsese 85 Articoli
Appassionato di scrittura, ho collaborato per diverse testate online tra le quali ricordiamo BlastingNews.com e NotizieOra.it. Ama cinema e scrittura, fin dalla tenera età, studia recitazione e consegue una formazione attoriale nei teatri off partenopei.