Visura catastale: dove la trovo?

Dove si trova la visura catastale? Oggi andremo a rispondere a questa annosa domanda che ci si pone quando il commercialista ci chiede la visura del nostro appartamento. Scopriamo, assieme dunque, dove recarci.

Visura catastale, di cosa si tratta

Innanzitutto, partiamo col dire cosa si intende con visura catastale.

La visura catastale non è altro che un documento rilasciato dall’Agenzia delle entrate della Repubblica Italiana che contiene le informazioni alfanumeriche e topografiche registrate presso il catasto relativamente ad un immobile, sia esso fabbricato o terreno, situato sul territorio nazionale italiano.

Dunque, la risposta alla domanda nucleica della questione è molto semplice, ovvero dove possiamo trovare la visura catastale.

Dove si trova la visura catastale?

Dunque, per richiedere questo documento ci si può recare presso qualsiasi Ufficio provinciale – Territorio o presso qualsiasi sportello catastale decentrato in cui è possibile consultare i dati catastali archiviati nella banca dati informatica. In alternativa, si può richiedere la visura catastale per via telematica tramite i servizi online del sito dell’Agenzia delle Entrate.

Va sottolineato che i dati che si trovano nella visura catastale sono disponibili per tutto il territorio nazionale, ad esclusione di Trento e Bolzano, dove i servizi catastali sono gestiti dalle rispettive Province autonome.

Come ottenere la visura catastale

Come detto poco sopra, una delle opzioni per ottenere la visura catastale è rivolgersi presso uno qualsiasi degli sportelli dell’ufficio provinciale-Territorio, dove si può consultare i dati degli immobili presenti in tutta Italia purché siano inseriti nella banca dati informatica.

Il rilascio della visura avviene nello stesso giorno in cui viene fatta richiesta. Quindi nessun tempo di attesa particolare o burocraticamente fastidioso.

La consultazione degli atti non informatizzati, invece, avviene solo recandosi presso l’Ufficio provinciale competente.

Occorre pagare per la visura catastale?

Ovviamente, un’ altra domanda, non banale, che il cittadino si pone è se occorre sborsare qualche cifra per ottenere tale documentazione.

Il rilascio della visura catastale prevede il pagamento dei tributi speciali catastali, tranne nel caso in cui tu sia il titolare, anche in parte, del diritto di proprietà o di altri diritti reali di godimento sull’immobile.

Visura online, come funziona

Andiamo, in ultimo, ma non ultimo a vedere come poter effettuare la visura catastale online, quindi per via telematica.

Il sito dell’Agenzia delle Entrate consente la consultazione online della banca dati catastale relativamente ad un immobile di cui risulti titolare, anche in base alla quota, del diritto di proprietà o di altri diritti reali di godimento, su file in formato pdf, a titolo gratuito e in esenzione da tributi (consultazione personale).

Per accedere, dunque, all’area riservata devi utilizzare una delle tre modalità di autenticazione universali, Spid (Sistema pubblico di identità digitale), Cie (Carta di identità elettronica) o Csn (Carta nazionale dei servizi) riconosciute per accedere ai servizi online di tutte le pubbliche amministrazioni.

Il servizio di visura catastale telematica, consente invece l’accesso telematico alle banche dati catastali anche se non si è titolare nemmeno in parte dell’immobile.

In tale ipotesi sarà possibile richiedere la:

  • visura attuale per soggetto, ossia limitata agli immobili su cui il soggetto cercato risulta all’attualità titolare di diritti reali;
  • visura, attuale o storica, di un immobile censito al catasto dei terreni o al catasto dei fabbricati, impostando la ricerca attraverso gli identificativi catastali;
  • visura della mappa, di una particella censita al catasto dei terreni, impostando la ricerca attraverso gli identificativi catastali.

Quanto costa la visura telematica?

Per ottenere il rilascio della visura catastale tramite l’utilizzo del servizio telematico occorre il pagamento di un tributo speciale, il cui importo viene calcolato applicando la tariffa vigente diminuita del 10 per cento, perché riferita a una visura erogata in modalità telematica, ed aumentata del 50 per cento, trattandosi di una visura fornita non su base convenzionale.

Nel particolare, quando si tratta della:

  • visura per soggetto, l’importo è di 1,35 euro per ogni 10 unità immobiliari, o ogni frazione di 10;
  • visura, attuale o storica, per immobile, l’importo è sempre di 1,35 euro;
  • visura della mappa, l’importo è ugualmente di 1,35 euro.

Questo è quanto, dunque, vi fosse di più necessario ed utile da sapere in merito alla questione, per ottenere la visura catastale.

Informazioni su Davide Scorsese 191 Articoli
Appassionato di scrittura, ho collaborato per diverse testate online tra le quali ricordiamo BlastingNews.com e NotizieOra.it. Ama cinema e scrittura, fin dalla tenera età, studia recitazione e consegue una formazione attoriale nei teatri off partenopei.