Chi è soggetto ISA

In questa rapida ed esaustiva guida andremo a scandagliare chi è soggetto ISA e cosa vuol dire esserne soggetti. Quesiti basici a cui daremo risposta nei prossimi paragrafi.

ISA, cosa vuol dire

Innanzitutto, partiamo dalle base della questioni, ovvero definendo cosa si intende con il termine ISA.

Gli ISA ovvero indici sintetici di affidabilità fiscale che dal 2019 (periodo d’imposta 2018) hanno sostituito in via definitiva gli studi di settore, sono degli indici che l’Amministrazione finanziaria ha messo a punto allo scopo di favorire l’emersione spontanea delle basi imponibili, quindi stimolare l’assolvimento degli obblighi tributari da parte dei contribuenti esercenti attività di impresaarti o professioni e il rafforzamento della collaborazione tra questi e l’Agenzia delle Entrate.

E, dunque vediamo chi sono coloro che sono soggetti a questa pratica di indici amministrativi finanziari.

Chi sono i soggetti ISA

Per dirla molto in breve, la risposta alla domanda in questione potremmo sintetizzarla nel seguente modo:

Gli ISA vanno applicati a quegli esercenti che costituiscono attività di impresa o di lavoro autonomo e che svolgono, come “attività prevalente”, una o più ‘attività tra quelle per le quali risulta approvato un ISA e che non presentano una causa di esclusione.

Per completare il discorso e definire ulteriormente cosa sono gli ISA, possiamo dire che essi esprimono su una scala da 1 a 10 il grado di affidabilità fiscale riconosciuto a ciascun contribuente, anche al fine di consentire a quest’ultimo, stando alla base dei dati dichiarati entro i termini ordinariamente previsti, l’accesso ad un apposito regime premiale.

Chi è esonerato dagli ISA

Di controparte, è bene chiarire, dunque chi sono i soggetti che invece non rientrano nella questione e quindi chi sono coloro esonerati dagli ISA.

Andiamo a porre la questione, nello specifico, all’ anno in corso 2021.

Va detto che per gli ISA 2021, la crisi economica da Covid-19 ha avuto impatto sull’elenco dei soggetti esclusi. Pertanto, sono esonerati dall’applicazione degli indici sintetici di affidabilità fiscale per il periodo d’imposta 2020 quei soggetti che, nel corso del 2020, hanno subito un calo di almeno il 33% dei ricavi o dei compensi, rispetto all’anno precedente, ovvero il 2019.

In ultimo, ma non ultimo, andiamo a vedere alcune ulteriori curiosità in merito agli ISA.

Punteggio ISA, a cosa serve

Tornando alla valutazione, di cui si parlava sopra, variabile da 1 a 10, esistono dei punteggi ISA.

Gli ISA tengono, quindi, conto di tutte le operazioni o azioni dei contribuenti, titolari di Partita Iva, al fine di redigere la valutazione finale, una sorta di pagella dell’imprenditore. Gli ISA valutano, dunque, secondo la normativa indicata, anche la storia del contribuente, ovvero compiono un’analisi sull’intero periodo, arrivando ad un vero e proprio punteggio applicabile.

Sempre tenendo conto dell’anno in corso, va detto che per gli ISA 2021, il provvedimento dello scorso 26 aprile conferma che bisognerà raggiungere un punteggio di affidabilità fiscale pari almeno ad 8 per accedere alle premialità relative all’utilizzo in compensazione dei crediti maturati senza l’apposizione del visto di conformità.

ISA, come trasferire nel reddito

Come si può trasferire nel proprio reddito, la condizione ed il punteggio ISA?

Per poter effettuare il trasferimento della propria posizione ISA è necessario accedere al software ministeriale e cliccare “Invia file”. Selezionare la posizione da trasferire, quindi cliccare “Trasferisci”. Il file è automaticamente salvato in un percorso utile a GB per allegarlo al telematico dei redditi.

Va aggiunto, necessariamente che per l’aumento delle soglie per l’accertamento sintetico del reddito, il punteggio ISA da conseguire è pari a 9, anche nel caso di media tra 2020 e 2019.

Questo, dunque è quanto di più necessario ed utile da sapere in merito alla situazione ISA nel 2021 e chi ne è soggetto a questi indici di affidabilità fiscale e finanziaria.

Informazioni su Davide Scorsese 234 Articoli
Appassionato di scrittura, ho collaborato per diverse testate online tra le quali ricordiamo BlastingNews.com e NotizieOra.it. Ama cinema e scrittura, fin dalla tenera età, studia recitazione e consegue una formazione attoriale nei teatri off partenopei.