Mistery shopper, sono clienti in incognito a testare la qualità

Il Mistery shopper è un professionista nel valutare la qualità di un prodotto o di un servizio. Di seguito vi raccontiamo come diventarlo.

Mistery shopper, cos’è e cosa fa?

Il Mistery shopper è una persona che deve testare un prodotto o un servizio per conto di un’azienda che gli ha conferito questo incarico. Sono molte le aziende che usano il mistery shopper per conoscere e capire le valutazioni che un cliente in incognito fa sulla visita effettuata. Ma andiamo con ordine partendo da capire chi è questa figura.

Il mistery shopper è una persona che fa acquisti in incognito. Tuttavia è una pratica di marketing sempre più utilizzata dalle imprese che vogliono monitorare l’efficienza nell’erogazione di servizi da parte dei loro affiliati. Ma anche quando voglio avere una garanzia di aver soddisfatto un cliente, che non deve fare altro che dare le sue impressioni, come semplice cliente.

Mistery shopper, come funziona?

Un’azienda decide di voler monitorare la qualità del suo servizio o del suo prodotto, magari perché  ha ricevuto delle lamentele o semplicemente per capire lo stand del suo brand in tutti i suoi punti vendita. Così decide di affidarsi ad aziende specializzate che si occupano di gestire tutta la filiera. Acquisito l’incarico, l’agenzia cerca i clienti in incognito, persone che possano visitare uno o più punti vendita e dare la loro valutazione.

E’ la stessa agenzia specializzata a reclutare i mistery shopper ed affidare a loro l’incarico di monitoraggio della performance dei dipendenti in un determinato punto vendita. Le visite si possono effettuare anche su tutto il territorio nazionale. Inoltre a visita termina, il mistery deve rispondere a dei questionari fatti da domande ed inviare le sue impressioni nella maniera più dettagliata possibile. Infine sarà l’agenzia specializzata a predisporre dei report da fornire al committente per lo studio della situazione rilevata.

Come si  diventa cliente misterioso?

In Italia e all’estero ci sono vari aziende che si occupano anche di marketing, pubblicità e promozione che offrono il servizio di Checking per le società che ne hanno di bisogno. Pertanto la ricerca di nuovi mistery shopper è sempre attiva. Ma come si inizia a fare questo lavoro?

Prima di ogni cosa occorre recarsi sui siti di queste agenzie e compilare un form di registrazione con le proprie informazioni personali e professionali. Spesso nei form ci sono anche delle domande che permetto di capire le abitudini d’acquisti o lo stile di vita del tester. Saranno le aziende a valutare le risposte e contattare l’interessato. Una volta che si viene scelti, spesso si viene contattati tramite mail, e si completa la propria area riservata per la ricerca dell’incarico.

Come si ricerca l’incarico?

Sul sito dell’agenzia specializzata vi è un database di incarichi con la descrizione dei lavori che si possono eseguire. Si può anche scegliere le distanze, le aree merceologiche su cui lavorare, e leggere tutte le caratteristiche.  Una volta individuati gli incarichi è possibile candidarsi per poter farseli assegnare. Sono molte le persone che si vogliono candidare, pertanto non sempre è facile essere scelti, ma di solito le aziende si basano su:

Quanto si guadagna in questo tipo di attività

A dire il vero non esiste un tariffario universale da applicare per tutte le aziende. Di solito i prezzi oscillano da 10 a 100 euro a singolo incarico. Molto dipendente dal tipo di impegno che il tester deve mettere nello svolgimento del proprio compito. A volte occorre solo fare un passaggio veloce in un negozio e scattare qualche foto. Invece altre volete occorre interagire con il personale per la richiesta di una consulenza, un preventivo, dipende anche dalla categoria merceologica.

Agli importi fin ora descritti a volte vengono aggiunti degli eventuali rimborso spese per trasferte, acquisti, spostamenti in auto. Poi ci sono anche incarichi particolari che riguarda anche articoli di lusso, viaggi, consumazione di prodotti a pranzo o cena, con condizioni che vengono stabilite al momento dell’assegnazione dell’incarico da parte della società specializzata nel settore.

Come si pagano le visite

Una volta effettuato e completato l’incarico  si ritorna a casa si compila il questionario rispondendo in modo analitico a tutte le domande. Se tutto è andato come previsto, il mistery shopper richiede il pagamento. Come in tutte le prestazioni di lavoro, il tester può inviare una fattura oppure una nota per prestazione occasionale. Nel primo caso deve indicare anche l’Iva, mentre nel secondo caso deve essere considerata anche una ritenuta d’acconto del 20% sul contributo. I pagamenti avvengono di norma con bonifico o accredito Paypal.

Questo perché lo shopper non è assunto dall’azienda, ma è solo ingaggiato per lo svolgimento di uno specifico incarico. Quindi se si è giovani o meno, ma si ha tempo per fingersi clienti e si ama lo shopping questo è il modo migliore per guadagnare un extra. Anche perché spesso gli acquisti si possono tenere e quindi di può comprare in totale libertà.

Informazioni su Francesca Cavaleri 273 Articoli
Nella vita sono una piccola imprenditrice nel settore immobiliare. Ho una laurea con specializzazione in Economia e direzione aziendale, ottenuta presso la facoltà di Catania con il massimo dei voti. Mi piace scrivere articoli online, per questo ho avviato da circa 4 anni vari progetti portati a termine con successo. Il saper comunicare credo che sia un'arma vincente. Attualmente sono coordinatrice di ItValverde, in cui raccontiamo le eccellenze del territorio. Amo la mia terra, il sole, il mare, la mia famiglia e gli animali. La vita è troppo breve pertanto cerco di viverla nel migliore dei modi.