Super Green pass o certificato verde, da domani atteso per oggi il debutto

Super green pass o certificato verde rafforzato, oggi 6 dicembre 2021, entra in scena. Tutttavia sarà valido fino al 15 gennaio e porta con se alcuni cambiamenti.

Super green pass o certificato verde, il punto della situazione

Da oggi è in vigore il super green pass o il certificato verde rafforzato. Ebbene il nuovo certificato si ottiene dopo:

  • aver completato il ciclo di vaccinazione;
  • essere guariti dal Covid-19, da almeno 6 mesi.

Il nuovo certificato prevede di poter entrare ai bar, ristoranti, teatri, cinema, stadi, locali, feste, discoteche ed in generale tutte le attività al chiuso. Inoltre vale sia per la zona bianca che per quella arancione. Mentre non serve per la consumazione al bancone del bar.

Pertanto si ridurranno gli spazi per i non vaccinati. Infatti potranno ottenere un certificato verde base che si ottiene dopo:

  • tampone molecolare negativo nelle 72 ore antecedenti;
  • tampone rapido negativo, nelle 48 ore precedenti.

Chi lo possiede potrà accedere ai luoghi di lavoro, servizi essenziali, attività sportive, servizi essenziali, pernottamenti in albergo, treni, aerei e mezzi pubblici locali.

Come si ottiene il certificato verde rafforzato?

Rispetto alla prima edizione del certificato non si dovrà scaricare nessuna App. Il Qr-cod, cioè il codice identificativo rimarrà lo stesso. Mentre invece si dovrà aggiornare l’app verifica-C19, per fare i controlli nei confronti dei clienti o di chi ne ha necessità.

L’unico grande cambiamento riguarda la validità del certificato. Questa cambierà da 12 a 9 mesi nel caso di vaccinazione a decorrere dall’ultima dose ricevuta. Mentre la validità è di 6 mesi nel caso di guarigione. Tutti gli obblighi descritti valgono sia per gli adulti che per i ragazzi di età superiore a 12 anni.

Le multe previste, per i trasgressori

La vita sarà ancora più difficile per chi non vuole vaccinarsi. Mentre le violazioni potrebbero comportare una multa che va dalle 400 alle 1000 euro. Le multe rimangono le stesse anche per i gestori dei locali, in caso di mancato controllo del certificato i controlli saranno affidati alle autorità competenti, ma anche agli incaricati di pubblico servizio, come i controllori. Ad esempio Guardia di Finanza e polizia municipale svolgeranno le verifiche nei ristoranti e negli esercizi pubblici. Mentre su autobus, metropolitane il controllo sarà nella mani di polizia, carabinieri, vigili urbani e personale delle aziende di trasporto. Per altre informazioni è possibile averle sul sito del Ministero della salute.

Per quanto riguarda le mascherine, queste non sono obbligatorie nella zona bianca. Anche se a dire il vero, in molti comuni italiani, i sindaci hanno emanato delle ordinanze per l’introduzione della mascherina obbligatoria soprattutto nelle vie dedicate allo shopping e nei centri storici. Infine rimane l’obbligo di indossare la mascherina in tutti i luoghi chiusi e sui mezzi di trasporto pubblico.

 

Informazioni su Francesca Cavaleri 555 Articoli
Nella vita sono una piccola imprenditrice nel settore immobiliare. Ho una laurea con specializzazione in Economia e direzione aziendale, ottenuta presso la facoltà di Catania con il massimo dei voti. Mi piace scrivere articoli online, per questo ho avviato da circa 4 anni vari progetti portati a termine con successo. Il saper comunicare credo che sia un'arma vincente. Amo la mia terra, il sole, il mare, la mia famiglia e gli animali. La vita è troppo breve pertanto cerco di viverla nel migliore dei modi.