Modello 730 precompilato con invio da parenti o persone di fiducia. Guida

sito agenzia delle entrate in tilt

Il Modello 730 precompilato sarà disponibile dal giorno 23 maggio 2022, ma l’Agenzia delle Entrate continua a introdurre novità e sicuramente sarà molto gradita la possibilità di inviare il modello 730/2022 anche da parte di parenti o altre persone di fiducia

Invio del modello 730 precompilato da parte di parenti e persone di fiducia

In un recente comunicato stampa l’Agenzia delle Entrate, oltre a confermare la disponibilità del modello 730 precompilato a partire da lunedì 23 maggio, la modifica potrà avvenire dal 31 maggio, ha anche reso noto che quest’anno sarò possibile l’invio dello stesso da parte di un familiare o da parte di una persona di fiducia. Vedremo di seguito le modalità con cui può essere conferita la procura nei vari casi, infatti cambiano le modalità.

L’Agenzia delle Entrate mette a disposizione dei contribuenti il modello di procura che consente di presentare il modello 730/2022 per conto del coniuge, di un parente o affine entro il 4° grado di parentela oppure a un’altra persona di fiducia. Insieme alla procura è necessario allegare anche una copia del documento di riconoscimento sia del rappresentante, sia del rappresentato. La dichiarazione potrà essere presentata tramite posta elettronica certificata, attraverso i servizi telematici messi a disposizione dall’Agenzia delle Entrate oppure presso gli sportelli presenti sul territorio.

Chi sceglie di presentare la dichiarazione dei redditi attraverso i servizi telematici può accedere con SPID, CIE o CNS.

Deve essere sottolineato che un solo rappresentante potrà presentare la dichiarazione per più soggetti, massimo 3, ad esempio una persona potrà presentare la dichiarazione per il genitore e per il coniuge, naturalmente è solo un esempio, potrà trattarsi dello zio o altra persona che ripone in lui fiducia. Il rappresentato potrà però conferire la delega solo ad un soggetto e la stessa sarà valida fino al 31 dicembre dell’anno in corso.

Modalità operative per conferire procura a parenti, persone di fiducia e in caso di “disabilità”

Particolari semplificazioni sono previste nel caso in cui il rappresentato sia un disabile oppure nel caso in cui la dichiarazione sia presentata da una soggetto che ha la qualità di erede.

Nel caso in cui la procura sia conferita al coniuge, a un parente o affine entro il quarto grado, dovrà essere compilata anche online dal rappresentato allegando una copia del documento di riconoscimento del rappresentante. In alternativa può essere trasmessa sempre dal rappresentato, via pec a una delle direzioni provinciali dell’Agenzia delle Entrate, infine può essere presentata di persona a uno degli uffici territoriali.

Nel caso di presentazione via pec sarà necessario scansionare la procura firmata e il documento di riconoscimento. Nel caso di presentazione di procura allo sportello, deve essere consegnata copia fotostatica dei documenti del rappresentante e del rappresentato.

Se la presentazione del modello 730 avviene da parte di una persona di fiducia diversa dai parenti, la procura dovrà essere conferita dal rappresentato presso un ufficio dell’Agenzia delle Entrate.

Nel caso in cui il rappresentato sia una persona impossibilitata a recarsi presso gli uffici a causa di patologie, sarà possibile presentare la procura tramite rappresentante munito di certificato medico firmato dal medico di base del rappresentato. La procura non può essere conferita a titolo professionale, cioè la procura ad un soggetto non parente, affine, coniuge non può essere andata, in questo caso, al commercialista. Si devono seguire in questo caso le regole ordinarie.

Se la dichiarazione si presenta in qualità di genitore, amministratore di sostegno o tutore è possibile utilizzare il servizio online presente sul sito dell’Agenzia delle Entrate “ Consegna documenti e istanze”.

Sempre più contribuenti scelgono il precompilato: vantaggi

L’Agenzia delle Entrate nella stessa comunicazione sottolinea il crescendo interesse dei contribuenti italiani verso il modello 730 precompilato che un sempre maggiore numero di persone sceglie.

La soddisfazione per il servizio offerto è determinata anche dal fatto che nel tempo sono state implementate le informazioni già in possesso dell’Agenzia delle Entrate, come quelle relative alle spese per le quali sono previste deduzioni e detrazioni. Tali vantaggi fiscali infatti non sempre sono conosciuti dai contribuenti e di conseguenza in passato andavano persi, invece con il modello precompilato c’è un maggiore risparmio di imposta.

Ricordiamo che ogni contribuente può accedere al proprio modello precompilato, lo stesso può essere inviato senza modifiche nel caso in cui lo si ritenga esatto e completo, può essere inoltre integrato, ad esempio nel caso in cui si vogliano far valere ulteriori detrazioni, oppure si può modificare.