I 5 paesi d’Europa dove vivere meglio dopo la pensione

Il sogno di godersi la pensione, maturata dopo anni di lavoro, in un paese straniero, lontano da caro vita e dal trambusto metropolitano della propria città, accarezza molti anziani. Ma, quali sono i 5 paesi d’Europa dove vivere meglio dopo la pensione? Scopriamolo nella nostra guida.

Pensione e vacanze: una vecchiaia in relax

Molti scelgono mete esotiche tra il sud est asiatico e l’America centro e meridionale, molti altri pensano a mete europee dell’ est, per poter godersi i propri risparmi, in pensione.

Per chi vuol restate nella continentale Europa, vi è qualcuno che ha stilato una classifica dei 5 migliori paesi, per sostenere una vita in relax dopo la pensione.

Nello specifico ci ha pensato il World Economic Forum a stilare l’elenco dei migliori Paesi d’Europa in cui trasferirsi dopo la pensione nel 2022. Questi Stati presentano un costo della vita competitivo e le possibilità di godersi gli anni della pensione sono facilmente raggiungibili.

La modalità di ricerca si è basata in particolare su alloggio, residenza, tasse, sicurezza, assistenza sanitaria, governance, clima e costo della vita. E, curiosamente, al quinto posto della suddetta classifica troviamo proprio l’Italia.

Ecco la classifica: Top 5 per la pensione 2022

1. Portogallo
2. Svizzera
3. Grecia
4. Malta
5. Italia

A vincere la curiosa classifica è il Portogallo. Il paese lusitano ha un costo della vita accessibile a tutti, offre incentivi fiscali per i residenti stranieri, una vasta quantità di spiagge, un clima piacevole e un ottimo livello di sicurezza.

Stando, invece ad un report stilato da Blacktower Financial Magazine, il migliore paese d’Europa sarebbe la Finlandia.

In questo caso, la valutazione ha tenuto conto di fattori in base ai tassi di criminalità, al costo della vita, all’aspettativa di vita, ai prezzi degli immobili e all’età della popolazione.

La Finlandia delle sconfinate lande innevate comanderebbe la classifica.

L’atmosfera paciosa finlandese e la magia dell’aurora boreale vedono molti pensionati andare “off-grid” per godersi il loro meritato riposo di una vita. Con panorami mozzafiato, laghi freschi, vaste foreste e città pittoresche; non sorprende che la Finlandia attiri milioni di pensionati al loro confine ogni anno.

Anche in questa classifica l’Italia si piazza quinta nella lista, grazie a una qualità di vita alta e aspettative di vita tra le più alte d’Europa.

Mentre, curiosamente il Portogallo esce fuori dalla Top 5, piazzandosi settima.

Altri paesi in cui godersi la pensione, in Europa

Nell’ultimo caso, per il report di Blacktower, sembrerebbe che il Regno Unito sia poco adatto a godersi la propria pensione, piazzandosi ultimo nella lista di 24 paesi europei candidati.

Mentre, Spagna, Slovenia, Olanda e Italia completano la cinquina da sogno, con la Finlandia.

Nel primo report, troviamo la Svizzera seconda, da sempre meta neutrale e approdo per molti italiani migranti.

Sul terzo gradino del podio c’è, invece, la Grecia. Un’eccellente cucina, isole da sogno e un clima paradisiaco sono tre ottimi biglietti da visita del Paese ellenico. A questi se ne aggiunge un quarto, ovvero un programma di visto che consente a chi investe (solo se cittadini extra-Ue) almeno 250.000 euro in immobili di ottenere una residenza permanente della durata di cinque anni.

Completano la top 5 del World Economic Forum Malta e, come detto la nostra Italia, rispettivamente in quarta e quinta posizione. Malta è tra le mete predilette dai pensionati alla ricerca di sole tutto l’anno e assistenza sanitaria, tra le migliori in tutta Europa, ma allo stesso tempo è tra le nazioni dove il costo della vita è più alto che altrove.

Questo, dunque è quanto vi fosse di più utile e necessario da sapere in merito alla possibilità di scovare le migliori mete d’Europa per godersi la propria agognata pensione nel 2022 in corso.

Informazioni su Davide Scorsese 319 Articoli
Appassionato di scrittura, ho collaborato per diverse testate online tra le quali ricordiamo BlastingNews.com e NotizieOra.it. Ama cinema e scrittura, fin dalla tenera età, studia recitazione e consegue una formazione attoriale nei teatri off partenopei.