Single italiani, la vita costa il 90% in più, ecco i motivi

Single italiani hanno una vita che costano di più, circa il 90%, rispetto alle famiglie tradizionali. Ecco perché si lasciano meno le famiglie d’origine.

Single italiani, non conviene vivere da soli

I giovani italiana hanno sempre più difficoltà a lasciare le proprie famiglie d’origine per andare a vivere da soli. Il caro vita, inflazione, tasse, costi di bollette e tanto altro bloccano queste scelte. Un problema che non si riversa solo sui giovani, ma anche gli anziani che vivono da soli devono fare i conti gli aumenti. Insomma vivere da soli costa di più, ma in questi tempi lo è più del solito, perché tutte le spese impattano nel reddito di una sola persona. Mentre le buste paghe o i redditi da libero professionista non sono aumentati in base all’inflazione, che è l’aumento generale del livello dei prezzi.

Ma quanto costa vivere da soli? La spesa media mensile è di 1.796 euro. Con un minimo di 1.666 euro per gli over 65, che tentano di risparmiare proprio su tutto e che spesso la vita è meno frenetica. Ma con un massimo di 1.957 euro per la fascia che va dai 35 ai 64 anni. La rilevazione è in questo periodo, ma da settembre è possibile che ci sia un’altra stangata sui prezzi.

Single italiani, quanto si spende in più

Una persona che vive da sola spende mediamente il 140% in più rispetto alla nostra famigliola di tre persone. Stiamo parlando di più del doppio. Sembra assurdo, ma è così nella realtà. Ciò non significa però che non siano previsti aiuti, per chi sceglie di staccarsi dai genitori o che resta solo, ma forse sono insufficienti. Difficoltà ci sono anche per le famiglie numerose. Anche se il Governo è più propenso ad aiutare maggiormente le famiglie che hanno figli, attraverso anche l’assegno unico per i figli a carico.

Anche quando si va al supermercato, a conti fatti, i single spendono più soldi. Le ragioni sono due: i single comprano meno, anche per evitare di far scadere la roba, ma alla fine spendono di più perché non possono approfittare di offerte come il 2×1 o il 3×2. Sembra che l’Italia sia un paese per chi vive in coppia. Infatti la tendenza è quella di lasciare la propria casa d’0rigine solo per convivere o sposarsi e quindi dividere le spese in qualche modo.

Alcuni consigli per chi vive da solo

Se un single vive da solo, soprattutto nella grandi città, vuole o non vuole si trova a fare dei conti che sono davvero salati. Così ci sono alcune soluzioni disponibili. Ad esempio, una soluzione è quella di trovarsi un inquilino per dividere le spese fisse. Se si vive in un monolocale è impossibile, ma per i bivani la storia potrebbe essere diversa. Infatti in questo caso con due camere da letto è possibile dividere i costi del canone di locazione, energia elettrica, acqua e gas.

Altro consiglio è quello di spostarsi in luoghi meno costosi, ma ben serviti. Magari vivere al centro di Milano è davvero proibitivo. Nell’insieme vivere a Milano può costare indicativamente 3.300 euro al mese per una famiglia tipo, una cifra ben più alta rispetto alla media italiana. Quindi per chi è da solo, si tratta davvero di una cifra difficile da sostenere. Il consiglio è cercare di trovare una soluzione magari nelle periferie vicine. Il prezzo delle affitti è più basso, ma l’importante è che siano ben collegati con il centro. Questo potrebbe permette di risparmiare sia sul costo della casa dei trasporti, sfruttando gli abbonamenti mensili.

Informazioni su Francesca Cavaleri 1549 Articoli
Nella vita sono una piccola imprenditrice nel settore immobiliare. Ho una laurea con specializzazione in Economia e direzione aziendale, ottenuta presso la facoltà di Catania con il massimo dei voti. Mi piace scrivere articoli online, per questo ho avviato da circa 4 anni vari progetti portati a termine con successo. Il saper comunicare credo che sia un'arma vincente. Amo la mia terra, il sole, il mare, la mia famiglia e gli animali. La vita è troppo breve pertanto cerco di viverla nel migliore dei modi.