Super green pass, ecco cosa cambierà tra pochi giorni

Arriva il Super Green pass, ecco tutto quello che cambierà e quello che invece rimane invariato nell’uso del certificato verde.

Super Green pass, approvato e a breve sarà valido

Via libera al nuovo provvedimento sul Super Green pass, è ufficiale. Il Consiglio dei Ministri ha approvato le nuove regole sul certificato verde per non chiudere le attività proprio in questo periodo e preservare il Natale. Ancora nuovi provvedimenti per permettere agli italiani di continuare a vivere nella normalità, senza aver bisogno di aiuti.

Una prima distinzione è fatta tra green pass di base e super green pass o rafforzato. In particolare quest’ultimo si ottiene solo se si è vaccinati oppure si è guariti dal Covid-19. Inoltre avrà una validità di circa 9 mesi. E sarà attivo già dal 6 dicembre al 15 gennaio. Dunque durante questo periodo solo i possessori del certificato rafforzato potranno andare a bar e ristoranti al chiuso, spettacoli, eventi sportivi, feste e discoteche.

La novità dei trasporti pubblici ed estensione obbligo

Una novità importante riguarda i mezzi pubblici. Arriva l’obbligo del green pass di base anche per viaggiare sui trasporti pubblici locale come metro e autobus. Ma è obbligatorio anche per gli alberghi e gli spogliatoi, nel caso di eventi sportivi. Forse si è finalmente capito che i mezzi pubblici sono uno dei vettori dello stesso virus.

Nel provvedimento è anche previsto una estensione dell’obbligo vaccinale per le forze armate, gli operatori sanitari, medici, infermieri, per garantire sempre una maggiore protezione per tutti i cittadini. Legate a queste novità vi è anche un maggiore controllo sul rispetto delle regole, anche perché conviene a tutti rispettarli, in vista delle Feste legate al Natale e a Capodanno

Super Green pass, cosa non è cambiato?

Nonostante le diverse proposte di cui si è discusso negli scorsi giorni, alcune cose non sono cambiate. Ad esempio l’uso della mascherina. Resta non obbligatoria all’aperto in zona bianca, mentre rimane obbligatoria nella zona gialla, arancio e rossa. Tuttavia la mascherina è obbligatoria anche in caso di partecipazione ad eventi o luoghi con affollamento.

Inoltre rimane invariata anche la durata dei tamponi. Infatti rimane valida la durata di 72 ore per i tamponi di tipo molecolare, mentre di 48 ore per il molecolare.

Tutte scelte che il governo con a capo Draghi ha scelto per “Prevenire per preservare“, poche parole per giustificare gli ultimi interventi. Perché la campagna vaccinale sta andando bene, e siamo in una delle situazioni migliori dell’Europa. E’ il caso che questo sia preservato se vogliamo uscire da questo incubo.

Informazioni su Francesca Cavaleri 272 Articoli
Nella vita sono una piccola imprenditrice nel settore immobiliare. Ho una laurea con specializzazione in Economia e direzione aziendale, ottenuta presso la facoltà di Catania con il massimo dei voti. Mi piace scrivere articoli online, per questo ho avviato da circa 4 anni vari progetti portati a termine con successo. Il saper comunicare credo che sia un'arma vincente. Attualmente sono coordinatrice di ItValverde, in cui raccontiamo le eccellenze del territorio. Amo la mia terra, il sole, il mare, la mia famiglia e gli animali. La vita è troppo breve pertanto cerco di viverla nel migliore dei modi.