Come aprire un conto corrente postale

Cosa fare per poter aprire un conto corrente postale? Ecco i semplici passi, spiegati in modo essenziale, per vedere come aprire un conto corrente postale. Scopriamolo assieme di seguito.

Conto corrente postale, cosa è

Come aprire un conto corrente postale? Tantissimi si pongono questa domanda.

Ma, innanzitutto, cosa si intende quando si parla di conto corrente postale?

La risposta a tale quesito è molto semplice. Il conto corrente postale è un prodotto, in un certo senso innovativo, offerto da Poste Italiane che si pone in netta concorrenza con il noto conto corrente bancario.
Il conto corrente delle Poste si chiama BancoPosta e sembrerebbe essere il conto corrente più diffuso nel nostro paese.

Dunque, per aprire il conto BancoPosta si dovranno seguire dei semplici passaggi, naturalmente in primo luogo recarsi presso un qualsiasi ufficio postale. Si dovrà necessariamente portare con sé il proprio documento di riconoscimento ed il proprio codice fiscale.

Il conto BancoPosta si compone di differenti opzioni, ovvero quella start, medium e start giovani e lo si potrà aprire anche mediante l’app BancoPosta che si può scaricare in modo semplice e gratuito. Andiamo, di seguito a vedere ulteriori informazioni ed opzioni da conoscere in merito alla apertura di un conto corrente postale.

Conto corrente postale, cos’altro c’è da sapere

Stando a quanto detto poco sopra, offriamo un riepilogo approfondito della questione su come aprire un conto corrente postale.

Dunque, come detto, per poter aprire un conto BancoPosta ci si dovrà recare presso un ufficio postale muniti di carta di identità e di codice fiscale.

Per ottenere e sottoscrivere una tra le opzioni start, medium e giovani si potrà usare anche l’applicazione BancoPosta. La prima opzione sarà disponibile per chi ha meno di 30 anni, potrà essere intestato ad una sola persona e ha un costo di 2 euro che si possono azzerare del tutto. Questo perché si ridurrà di 1 euro con accredito stipendio e sempre di 1 euro se si avrà una carta Postepay Evolution.

Quanto al costo del canone, per l’opzione Start sarà invece di 6 euro ma si potrà ridurre fino a 3 euro al mese. Esattamente di 1 euro se si accrediterà stipendio/pensione sul conto e di 2 euro se si manterrà giacenza media uguale o superiore a tremila euro.

Per quanto riguarda, invece l’opzione Medium il costo del canone sarà di 7 euro che si potranno ridurre fino a 3 euro seguendo gli stessi passaggi di quello Start. Troviamo in ultimo il conto Plus il cui costo sarà di 9 euro al mese. Anche nel caso in questione si potrà ottenere una riduzione di 3 euro totali se si accrediterà stipendio o pensione (di 1 euro) e se si terrà giacenza media mensile uguale o superiore a 3000 euro (di 2 euro).

Conto base di Poste italiane, come aprirlo

In ultimo, ma non ultimo, andiamo in breve a vedere come aprire un conto base di poste italiane.

Vediamo come rispondere al quesito come aprire un conto corrente postale base?

Dunque, innanzitutto recandosi presso un ufficio postale. L’opzione standard per aprire il conto avrà un canone annuo di 30 euro, mentre quello per i pensionati avrà un costo pari a zero euro. Quindi, se siete pensionati avrete un conto base a titolo gratuito.

Nella versione standard, invece il canone è gratuito anche per chi ha un Isee inferiore a 11.600 euro ed inoltre non verrà applicata l’imposta di bollo. Il conto di base per pensionati, invece, sarà gratuito solo per chi avrà un importo lordo annuo di 18 mila euro.

Questo, dunque è quanto di più necessario ed utile da sapere se volete aprire un conto corrente postale in poche semplici mosse.

Informazioni su Davide Scorsese 281 Articoli
Appassionato di scrittura, ho collaborato per diverse testate online tra le quali ricordiamo BlastingNews.com e NotizieOra.it. Ama cinema e scrittura, fin dalla tenera età, studia recitazione e consegue una formazione attoriale nei teatri off partenopei.