Controllo modello 730, le novità del 2022

730
Cambiano anche i controlli del modello 730 precompilato, per via della modifica dell’Irpef. La profonda riforma fiscale non poteva non influire anche sul 730 e nello specifico sui controlli del 730.
Con il nuovo modello 730 precompilato, nuovi controlli fiscali quindi. Soprattutto quelli previsti per la modifica delle spese detraibili.

Modificare le spese detraibili nel modello 730 2022, cosa accade?

I controlli sul modello 730 precompilato cambiano radicalmente. E sono meno rigidi e profondi rispetto al passato. Cambia molto anche nel momento in cui il contribuente interessato va a modificare le spese detraibili che il Fisco mette già nella precompilata.
Le correzioni sono annesse adesso. O meglio, correggere un dato è possibile senza che necessariamente scatti il controllo di tutti i dati della dichiarazione dei redditi. Il Fisco potrà approfondire il controllo documentale, che resta assai probabile se il contribuente modifica la precompilata. Ma potrà chiedere le pezze giustificative solo sul dato modificato e non su tutti i dati della dichiarazione. In passato invece il controllo era destinato a tutto il 730 precompilato.

Cosa ha cambiato il decreto Fiscale

Le novità della nuova dichiarazione dei redditi precompilata 2022, quella riferita al 2021, nasce con il Decreto fiscale 2022. Parliamo del classico collegato alla Legge di Bilancio. L’intervento del contribuente, in rettifica dei dati sugli oneri detraibili e deducibili forniti all’Agenzia delle Entrate e pre inseriti  nella precompilata, porta al controllo formale e documentale ma solo su quei dati corretti e non su quelli accettati dal contribuente.
Una informazione utile questa, dal momento che stiamo per entrare nel vivo della nuova stagione reddituale. E i contribuenti sono alla ricerca di comprendere le novità introdotte dalla riforma del Fisco.

Nuovo 730, le date utili

Se il decreto Fiscale ha introdotto novità in materia di Irpef e detrazioni, il decreto Sostegni ter ha già prodotto una importante proroga della nuova stagione del 730. Inizialmente doveva essere il 30 aprile la data a partire dalla quale il Fisco avrebbe dovuto mettere a disposizione dei contribuenti, i relativi modelli precompilati. Modificare il modello 730 quest’anno potrà essere fatto solo dal 23 maggio. Sarà proprio quella la data in cui l’Agenzia delle Entrate metterà a disposizione dei contribuenti, il modello precompilato.

Esoneri controlli formali e altre novità

Come al solito, se le modifiche relative alla versione precompilata del modello 730 del 2022 producono un cambiamento del reddito imponibile o dell’imposta dovuta, il controllo formale scatta in automatico.
La novità riguarda una nutrita fetta di contribuenti. La versione precompilata è utilizzata da molti di loro. Infatti nel 2020 sono stati poco meno di 4 milioni i contribuenti che hanno usato la versione precompilata del modello 730. E un contribuente su 5 tra quelli che si sono affidati al 730 precompilato, hanno optato per l’invio senza correzioni, che mette al riparo da controlli.
Infatti, accettare la dichiarazione precompilata senza effettuare modifiche, direttamente dal cassetto fiscale o anche tramite Caf o tramite intermediario abilitato all’assistenza fiscale, l’Agenzia delle Entrate non esegue alcun controllo formale.
Quando il contribuente modifica il 730 in maniera tale da incidere sulla determinazione del reddito imponibile o dell’imposta da versare, non di può non imbattersi nel controllo formale.
Informazioni su B. A. 263 Articoli
Sindacalista, operatore di Caf e Patronato, esperto in materia previdenziale, assistenziale, lavorativa e assicurativa. Da 25 anni nel campo, appassionato di scrittura e collaboratore con diversi siti e organi di informazione.