La guida all’esenzione ticket per chi ha più di 65 anni di età

ticket sanitario

La partecipazione della popolazione alla spesa pubblica in materia sanitaria ha uno strumento con un nome ben preciso. Si chiama ticket sanitario. In pratica, per ticket sanitario si parla del corrispettivo che i cittadini devono pagare allo Stato come partecipazione al servizio offerto da quella che a tutti gli effetti è la sanità pubblica. Una quota di co-partecipazione alle spese che lo Stato supporta per offrire ai suoi cittadini determinate prestazioni sanitarie erogate tanto da strutture pubbliche che da strutture private riconosciute. Per il cittadino invece, non si può che parlare di una tassa da pagare. Ma ci sono numerose agevolazioni in materia, anche perché non tutti sono tenuti a pagare il ticket. Oggi approfondiamo nello specifico il campo dell’esenzione per i cosiddetti over 65, persone sopra i 65 anni di età con pensione.

Esenzione dal ticket per gli Over 65, la guida dettagliata

In generale le esenzioni dal ticket sanitario sono diverse e viaggiano su diversi binari nel senso che riguardano determinati soggetti. C’è per esempio l’esenzione per patologia, quella per reddito e infine, quella per età. Per esempio, chi ha determinate malattie non paga il ticket se la visita in questione riguarda la patologia di cui è affetto. Allo stesso modo, niente ticket per chi ha determinate condizioni reddituali e non supera le soglie prescritte. Una cosa del genere riguarda anche i nostri soggetti con etàpari o superiore a 65 anni.

Una di queste esenzioni infatti riguarda chi compie i 65 anni di età anche nel 2022. Nello specifico si tratta dell’esenzione E0, che è il codice esenzione delle ASL in cui rientrano gli over 65. Chi compie 65 anni può essere esentato dal pagamento del ticket per diverse prestazioni. SI va dalle analisi di laboratorio alle visite specialistiche, dalle analisi strumentali a quelle diagnostiche. Per esempio, un prelievo di sangue o una radiografia, che il cittadino riceve da una struttura pubblica o privata in convenzione, è un servizio offerto dal Sistema Sanitario Nazionale. Ma che prevede un pagamento del ticket, cioè una quota della prestazione a carico del soggetto direttamente interessato dalla prestazione. In determinate circostanze, gli over 65 non devono sborsare nulla, perché alla prestazione resa gratuitamente dallo Stato, si affianca l’esenzione dal versamento anche del ticket sanitario.

Tutti i requisiti per l’esenzione E0 per gli over 65

L’età è fattore determinante per godere dell’agevolazione prevista, ma come è naturale che sia, non basta aver compiuto 65 anni. Anche per gli over 65 c’è da rispettare un determinato e vincolante requisito reddituale. E deve essere il reddito di tutto il nucleo familiare del richiedente la prestazione ad essere dentro i parametri utili all’esenzione. Il tetto comunque è abbastanza alto visto che parliamo di un reddito fino a 36.151,98 euro all’anno. Parliamo delle regole generali, perché come si sa, la Sanità è materia di competenza regionale. Le Regioni hanno discreta autonomia in materia e possono stabilire esenzioni diverse e soglie dei requisiti diverse, fermo restando che devono rimanere nei parametri generali imposti in misura apicale dallo Stato.

Se abbiamo detto che gli over 65 che hanno un reddito del loro nucleo familiare entro la soglia di 36.151,98 euro all’anno, possono essere esentati dal ticket, per capire la varietà della materia occorre fare riferimento anche agli over 60. Infatti per i soggetti con età di almeno 60 anni compiuti, l’esenzione dal ticket scatta con un reddito non superiore a 8.263,31 euro per i singoli, non superiore a 11.362,05 con coniuge e con un incrementato di 516,46 euro per ogni figlio a carico.

Informazioni su B. A. 260 Articoli
Sindacalista, operatore di Caf e Patronato, esperto in materia previdenziale, assistenziale, lavorativa e assicurativa. Da 25 anni nel campo, appassionato di scrittura e collaboratore con diversi siti e organi di informazione.