Bonus donna, 300 euro al mese per le mamme in difficoltà

bonus dipendenti

Il bonus donna è un aiuto per tutte le mamme che si trovano in difficoltà economica, ecco quindi come funziona e quando si può richiedere.

Bonus donna, perché  la necessità di un aiuto

In Italia è crisi delle nascite. Mettere al mondo un bambino, crescerlo ed assicurargli una vita serena, è l’obiettivo di ogni mamma. Ma per fare questo occorre senza dubbio, anche un impegno economico non indifferente. E la crisi economica di questi tempi, con l’inflazione elevata fa un pò da deterrente per le giovani coppie. Oppure al massimo si fa solo un figlio e ci si ferma perché i costi per il mantenimento familiare sono importanti.

Stando ad una recente ricerca sull’occupazione femminile in Unione Europea, circa il 57,3% delle donne italiane non lavoro. Quindi si tratta di casi in cui si vive in famiglia e spesso con un solo stipendio. Ma anche di donne e madri che non hanno un impiego e comunque cercano di andare avanti. Pertanto un aiuto sembra essere doveroso

Bonus donna, 300 euro

Il bonus è pari a 1.917,30 euro annui per ogni richiedente. Tuttavia però viene erogato in cinque mensilità del valore di 383.46 euro circa al mese. Ma c’è anche un’altra buona notizia, e cioè che il sussidio è cumulabile con diversi altri aiuti economici:

  • bonus spesa;
  • assegno unico;
  • assegni maternità;
  • carta acquisti.

Sono escluse solo le percettrici di Naspi o chi ovviamente ha un impiego anche se part time. La domanda può essere fatta in caso di parto, adozione o affidamento preadottivo di un bambino e spetta alle cittadine italiane, europee e extracomunitarie che non versano una contribuzione sufficiente per ottenere la maternità ordinaria

Come presentare la domanda

Per chiedere il bonus donna da 300 euro è opportuno recarsi presso gli ufficio del Comune di Residenza. C’è tempo fino al dicembre del 2023 per presentare la domanda. Tra i documenti richiesti c’è la propria carta di identità e codice fiscale, l’Iban presso cui ricevere l’accredito mensile e il modello ISEE 2023. In caso di cittadinanza straniera occorre presentare anche il permesso di soggiorno. In ogni caso però l’accredito verrà fatto dall’INPS sul conto corrente corrispondente all’Iban indicato.

 

 

 

Informazioni su Francesca Cavaleri 1533 Articoli
Nella vita sono una piccola imprenditrice nel settore immobiliare. Ho una laurea con specializzazione in Economia e direzione aziendale, ottenuta presso la facoltà di Catania con il massimo dei voti. Mi piace scrivere articoli online, per questo ho avviato da circa 4 anni vari progetti portati a termine con successo. Il saper comunicare credo che sia un'arma vincente. Amo la mia terra, il sole, il mare, la mia famiglia e gli animali. La vita è troppo breve pertanto cerco di viverla nel migliore dei modi.