Bonus cultura PMI, gli interventi ammessi e come fare domanda

E’ disponibile il bonus cultura PMI per le piccole e medie imprese che intendono promuovere l’innovazione e la progettazione ecocompatibile.

Bonus cultura PMI, in cosa consiste?

Con avviso pubblicato in data 11 aprile 2023, la Direzione Generale Creatività Contemporanea del Ministero della cultura ha comunicato l’apertura della seconda fase di domanda dei contributi a fondo perduto. Risorse in favore delle micro e piccole imprese per promuovere l’innovazione e la progettazione ecocompatibile. Quindi le risorse possono essere utilizzate per fornire supporto ai settori culturali e creativi attraverso contributi finanziari, per realizzare attività, progetti o prodotti volti a contribuire all’azione per il clima verso comportamenti più responsabili nei confronti della natura e dell’ambiente.

Sono tanti i beneficiari di questi fondi che possono essere così elencati:

  • micro e piccole imprese, in forma societaria di capitali o di persone, ivi incluse le società cooperative;
  • fondazioni;
  • organizzazioni dotate di personalità giuridica;
  • associazioni riconosciute e non riconosciute;
  • enti del terzo settore

Quali sono gli interventi finalizzati?

Sono tanti gli interventi che possono contare sulle risorse finanziarie messe a disposizione dal bonus cultura PMI e che sono rivolti alla realizzazione di:

  1. attività, progetti o prodotti improntati sull’eco-design e sulla sostenibilità, anche finalizzati alla sensibilizzazione del pubblico verso tematiche ambientali;
  2. strumenti e soluzioni per la realizzazione di eventi, attività e servizi culturali a basso impatto ambientale;
  3. azioni di pianificazione strategica, organizzativa ed operativa per la redazione e attuazione di piani di sviluppo di governance e di misurazione degli impatti ambientali, ivi compresi programmi di efficienza energetica;
  4. prodotti culturali con una forte componente educativa e didattica finalizzati alla sensibilizzazione del rispetto dell’ambiente;
  5. attività di sviluppo e prototipazione sperimentale, finalizzate all’ecodesign dei prodotti e al recupero, riuso, riciclo di prodotti

Bonus cultura Pmi, come presentare la domanda?

Le domande possono essere presentare a partire dalle ore 12 dell’11 maggio 2023. C’è tempo fino alle ore 18 del 12 luglio 2023. La domanda deve essere presentata solo telematicamente, attraverso il sito di Invitalia. Si tratta dell’Agenzia nazionale per lo sviluppo, di proprietà del Ministero dell’economia. Il suo lavoro è quello di dare impulso alla crescita economica del Paese. Inoltre gestisce tutti gli incentivi nazionali che favoriscono le imprese, come appunto questo bonus. Infine finanzia i progetti grandi e piccoli, rivolgendosi agli imprenditori con concreti piani di sviluppo, soprattutto nei settori innovativi e ad alto valore aggiunto.

Informazioni su Francesca Cavaleri 1554 Articoli
Nella vita sono una piccola imprenditrice nel settore immobiliare. Ho una laurea con specializzazione in Economia e direzione aziendale, ottenuta presso la facoltà di Catania con il massimo dei voti. Mi piace scrivere articoli online, per questo ho avviato da circa 4 anni vari progetti portati a termine con successo. Il saper comunicare credo che sia un'arma vincente. Amo la mia terra, il sole, il mare, la mia famiglia e gli animali. La vita è troppo breve pertanto cerco di viverla nel migliore dei modi.