Caro rifiuti, aumenta anche la Tari in molte città italiane

Caro rifiuti è allarme soprattutto al sud. Ebbene aumenta anche la Tari sui rifiuti, ecco tutti i dettagli secondo un’indagine Uil, sulle città italiane.

Caro rifiuti, in media costa 325 euro

In questo clima di crisi generale, con l’inflazione che aumenta e con essa anche i beni di prima necessità, cattive notizie arrivano anche dalla tari. La tassa sui rifiuti TARI è il tributo destinato a finanziare i costi relativi al servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti. E’ dovuta da chiunque possieda o detenga a qualsiasi titolo locali o aree scoperte suscettibili di produrre rifiuti.

Nello specifico, è obbligato al pagamento il proprietario dell’immobile se lo occupa lui. Mentre in caso di affitto, è tenuto a pagarlo l’inquilino che possiede un contratto di locazione superiore a 6 mesi. Ma la brutta notizia è che secondo un’indagine UIL, la tassa è aumentata del 7,7% in soli 5 anni. Infine ecco cosa succede per le singole città italiane.

Caro rifiuti, i dati per singole città

In valori assoluti – spiega Ivana Veronese, segretaria confederale Uil – le famiglie italiane hanno versato nel 2022 per la tariffa rifiuti 325 euro medi, a fronte dei 313 euro del 2021 e dei 301 euro versati nel 2018. Il costo maggiore si registra a Pisa con 519 euro medi l’anno a famiglia. A Brindisi si versano 518 euro; Genova 489 euro;  Benevento 481 euro;  Messina 476 euro; Catania 475 euro; a Siracusa 472 euro; ad Agrigento 471 euro; a Taranto 459 euro e a Trapani 457 euro.

Ed ancora nelle altre città si registra a Potenza un aumento pari all’ 85,9%; Fermo del 57,3%;  Cosenza del 42,2%;  Taranto del 29,9%. A Caltanissetta, tra il 2021 e il 2022, invece, si registra una diminuzione della tassa pari al 26,7%; Infine a Firenze del 20,2%; Crotone del 17,2%; Siena del 15,3% e ad Alessandria del 9,2%.

Le città dove si rilevano meno aumenti

Tra le città meno costose Belluno con 169 euro l’anno a famiglia; a Novara 174 euro; ad Ascoli Piceno 181 euro;  Macerata 182 euro; Pordenone 186 euro;  Brescia 187 euro e Trento 189 euro. Mentre a Firenze 194 euro; a Vercelli 197 euro e a Udine 204 euro. Invece per quanto riguarda le Città Metropolitane, la tassa sui rifiuti pesa per 489 euro all’anno a famiglia a Genova; a Messina per 476 euro. Ed ancora a Catania per 475 euro; Reggio Calabria per 453 euro;  Napoli per 442 euro;  Bari per 401 euro; Cagliari per 395 euro;  Milano per 338 euro; Venezia e a Palermo per 332 euro. Inoltre  a Torino per 331 euro; a Roma per 314 euro; a Bologna per 228 euro e a Firenze per 194 euro. Infine dai dati riportati la Tari al Mezzogiorno sembra essere più costosa rispetto al nord Italia.

Informazioni su Francesca Cavaleri 1505 Articoli
Nella vita sono una piccola imprenditrice nel settore immobiliare. Ho una laurea con specializzazione in Economia e direzione aziendale, ottenuta presso la facoltà di Catania con il massimo dei voti. Mi piace scrivere articoli online, per questo ho avviato da circa 4 anni vari progetti portati a termine con successo. Il saper comunicare credo che sia un'arma vincente. Amo la mia terra, il sole, il mare, la mia famiglia e gli animali. La vita è troppo breve pertanto cerco di viverla nel migliore dei modi.