Bonus asilo nido 2022, online il tutorial e la procedura per richiederlo

Il bonus asilo nido 2022 è già richiedibile da gennaio a dicembre 2022. Online il video tutorial per non commettere alcun errore.

Bonus asilo nido 2022, il tutorial dell’Inps

Il bonus asilo nido 2022 è una delle  misure che non sono state annullate dall’assegno unico universale per i figli. Tuttavia sul sito dell’Istituto nazionale di previdenza sociale (INPS) è stato inserito un link che permette di conoscere tutti i dettagli. Basta cliccare e si viene indirizzati in un indirizzo Youtube che contiene un video molto chiaro.

Pochi minuti e si può conoscere gli aspetti principali del bonus utile alle famiglie per pagare le rette. Dunque il bonus asilo nido 2022 è richiesto dal genitore naturale, adottivo o affidatario che sostiene il pagamento della retta annuale o mensile. La domanda può essere presentata da fine febbraio al 31 dicembre. 

Chi e come presentare la domanda

Può richiedere il bonus colui che si occupa del pagamento dell’asilo nido. La struttura deve rilasciare la partita Iva, indicando la denominazione, il luogo e i dati identificativi. Importante è che nella fattura venga indicato il codice fiscale del minore. Inoltre, altro elemento da indicare è quello relativo al mese di riferimento e gli estremi del pagamento effettuato dal genitore e relativa quietanza.

Mentre per gli affidi o preadottivi nazionali o internazionali occorre indicare un codice fiscale temporaneo rilasciato dal Tribunale o dall’Ente comunale. Tuttavia nella compilazione della domanda, secondo il tutorial, è opportuno anche indicare se l’asilo è privato o pubblico. Ma anche gli estremi dell’autorizzazione comunale nel caso di asilo privato. Selezionare poi anche i mesi di frequenza, che comunque non possono essere superiore e a 11 mesi.

Bonus asilo nido 2022, a quanto ammonta?

Il Bonus asilo nido dipende dal valore ISEE del nucleo familiare. Pertanto il valore aumenta al diminuire della soglia ISEE, ecco come:

  • meno di 25.000 il valore massimo richiedibile è fino a 3 mila euro;
  • per valori compresi tra 25 mila e 40 mila euro, il valore è di 2.500 euro;
  • da 40 mila euro in poi, il valore è di 1.500 euro.

L’importo è corrisposto attraverso bonifico bancario o postale. Ma anche su libretto postale o carta prepagata con Iban o accredito sul conto. Tuttavia nelle quote di rimborso non rientrano eventuali quote di iscrizioni, pre o post scuola oppure IVA.

Infine la domanda di contributo per l’introduzione di forme di supporto domiciliare deve essere presentata dal genitore convivente con il figlio per il quale è richiesta la prestazione ed essere accompagnata da un’attestazione del pediatra che dichiari per l’intero anno l’impossibilità del bambino a frequentare gli asili nido a causa di una grave patologia cronica. Per usufruire del beneficio per più figli è necessario presentare una domanda distinta per ciascun bambino.

 

Informazioni su Francesca Cavaleri 501 Articoli
Nella vita sono una piccola imprenditrice nel settore immobiliare. Ho una laurea con specializzazione in Economia e direzione aziendale, ottenuta presso la facoltà di Catania con il massimo dei voti. Mi piace scrivere articoli online, per questo ho avviato da circa 4 anni vari progetti portati a termine con successo. Il saper comunicare credo che sia un'arma vincente. Amo la mia terra, il sole, il mare, la mia famiglia e gli animali. La vita è troppo breve pertanto cerco di viverla nel migliore dei modi.