Come risparmiare con una spesa vegana

In tempi in cui occorre risparmiare, anche per fare la spesa, andiamo in questa rapida guida ad occuparci degli amici vegani che hanno intenzione di combinare una dieta equilibrata, ecologista ed economica. Vediamo, dunque, come risparmiare con una spesa vegana.

Spesa vegana: consigli utili per un buon carrello

Abbiamo visto che in questo periodo il problema dei rincari è costante e occorre non solo badare a risparmiare sulla spesa in bolletta

Anche risparmiare nella spesa di tutti i giorni è diventato un compito piuttosto importante. Vediamo, in tal senso alcuni rapidi consigli per poter ottenere un risparmio sulla spesa, attenendosi ad un menù vegano.

Vediamo, innanzitutto quali possono essere, in tal senso, quegli ingredienti da mettere nel carrello per una buona spesa vegana.

Se è la vostra prima volta che fate spesa vegana, comprate: un kg di farina di ceci (pratici per fare le frittate), uno di manitoba e uno di farina integrale. Mezzo chilo di farina di riso integrale e farina di mais. Poi 1 kg di riso integrale, mezzo di grano saraceno e di cous cous integrale.

Dopodiché, non può mai mancare una confezione di riso e una confezione di pasta integrale. Qualche cereale, come ad esempio miglio e farro. Dunque, per completezza andate sui legumi e prendete una confezione di lenticchie, una di ceci e una di fagioli secchi.

Una volta visti alcuni dei più richiesti e tipici dei prodotti per una spesa vegana, vediamo come fare attenzione e risparmiare sulla spesa.

Risparmiare sulla spesa

E’ sempre bene includere nella lista della spesa, frutta e verdura che siano fresche, di stagione e di qualità. Si tratta di quegli alimenti che non possono mancare nel vostro carrello. Attenzione alla stagionalità dei prodotti e alla loro freschezza. Il vostro menu dovrà quindi basarsi su ciò che è disponibile al mercato e variare di conseguenza.

Se è vero che comprare alcuni prodotti specifici può essere più costoso per chi cerca esclusivamente prodotti vegani, è anche vero che dal lato opposto della medaglia, mangiare ingredienti naturali può aiutare a regolare anche gli equilibri del portafoglio, se ponderati bene.

Ad esempio, quando diamo un occhio agli scontrini della spesa ci accorgeremo che il totale spesso aumenta perché acquistiamo cibi confezionati già pronti: come insalata in busta, legumi in scatola precotti o surgelati, seitan in panetti, torte confezionate. Comprando invece la materia prima grezza, lavando l’insalata in casa, lessando i legumi secchi, e facendo le torte in casa, il risparmio è garantito!

Comprare biologico conviene?

Un altro quesito che ci si pone, per una spesa vegana è se acquistare o meno cibo bio.

Possiamo dire che molto spesso acquistare prodotti biologici può incidere in maniera consistente sulla spesa.

In realtà, la scelta del bio non è solo prerogativa vegana, ma riguarda tutti, qualunque tipo di alimentazione si decida di seguire.

In generale, per contenere le spese, ma essere sicuri di portare in tavola prodotti di qualità, una regola può essere quella di acquistare solo alcune cose biologiche. Per esempio, possiamo preferire i prodotti biologici per frutta e verdura con bucce sottili e acquistare prodotti da agricoltura tradizionale per quelli con una buccia spessa (che consentono di preservare meglio l’interno dall’uso di eventuali pesticidi e sostanze chimiche).

Ad ogni modo, è sempre bene leggere le etichette dei prodotti. Anche in questo caso, acquistare da produttori locali può tornare utile: anche se i prodotti non saranno certificati biologici, in molti casi saranno ugualmente sani e genuini, oltre che meno cari.

Inoltre, non va dimenticato che una dieta vegetariana e vegana di per sé elimina uno dei costi che incidono di più sulla spesa alimentare quotidiana: ovvero quello per l’acqusito di alimenti tra i più cari, come carne e pesce. Gli ingredienti dei piatti vegan sono, in realtà, mediamente meno costosi di quelli basati sul consumo di carne. Se entriamo in quest’ottica, possiamo anche decidere di “reinvestire” quanto risparmiato, per esempio, acquistando più spesso prodotti bio, anche se un po’ più cari della media.

Questo, dunque è quanto di più utile e necessario vi fosse da sapere, per pratici consigli su una spesa vegana al risparmio. Non vi resta che mettere mano alla lista della spesa e recarvi col carrello al supermercato.

Informazioni su Davide Scorsese 301 Articoli
Appassionato di scrittura, ho collaborato per diverse testate online tra le quali ricordiamo BlastingNews.com e NotizieOra.it. Ama cinema e scrittura, fin dalla tenera età, studia recitazione e consegue una formazione attoriale nei teatri off partenopei.