Legge 104 e mutuo, ecco come ottenere un finanziamento agevolato

La legge 104 e mutuo sono possibili. Anzi esistono delle agevolazioni per tutti coloro che sono intestatari di legge 104 ma vogliono comprare casa.

Legge 104 e mutuo, è possibile con Plafond Casa

Le famiglie che hanno un portatore di handicap a casa possono accedere ad un mutuo bancario con molte agevolazioni. Anche per il 2022 è stato rinnovato il Plafond casa. Tramite il plafond si ottiene un mutuo agevolato e garantito dallo Stato per il tramite di banche convenzionate, finalizzato ad acquisire, ristrutturare l’abitazione, anche dal punto di visita energetico.

Le convenzioni avvengono tra Cassa Depositi e presiti e l’associazione bancaria italiana e prevede la possibilità di avere un mutuo a tasso agevolato per l’acquisto dell’immobile. Si sta comunque parlando di immobili che devono essere adibiti a prima casa, quindi non si deve essere in possesso di altri immobili. In ogni cosa anche per i disabili si applica un’aliquota agevolata del 2% per l’imposta di registro e al costo fisso di 50 euro per ciascuna delle imposte ipotecarie e catastali.

Legge 104 e mutuo, le caratteristiche e gli importi

Il mutuo agevolato per persone disabili prevede delle caratteristiche che si possono così riassumere:

  • essere titolare di legge 104;
  • voler comprare una prima casa;
  • l’immobile deve essere in classe energetica A, B e C;
  • oppure voler ristrutturare un appartamento già di proprietà, ma migliorarlo dal punto di vista energetico.

Mentre per quanto riguardano gli importi richiedibili, questi variano in relazione al motivo della richiesta di mutuo. Infatti è possibile richiedere:

  • 100 mila euro, se gli interventi di ristrutturazione riguardano l’innalzamento della classe energetica;
  • 250 mila euro per l’acquisto di un immobile in classe A,B, e C.;
  • 350 mila euro come combinazione dei due interventi, cioè acquisto e ristrutturazione dell’immobile.

Anche in questo caso il miglioramento energetico deve dimostrarsi attraverso l’Attestato di prestazione energetica, più comunemente detto Ape.

Le altre caratteristiche del finanziamento agevolato

Un’altra importante caratteristica riguarda la durata. Questa infatti è di 10 anni nel caso della sola ristrutturazione. Mentre è di 20-30 anni per l’acquisto di un immobile di classe energetica A, B o C, anche senza ristrutturazione finalizzata all’innalzamento della classe energetica.

In merito alla procedura da seguire per richiedere un mutuo agevolato è sufficiente collegarsi al sito Abi e conoscere la banche convenzionate che erogano questo tipo di mutui. E’ possibile scaricare il modulo di domanda plafond Casa e compilarlo in tutte le sue parti. Alla domanda vanno allegati il certificato di stato di famiglia e i documenti che attestano le condizioni di disabilità.

 

Informazioni su Francesca Cavaleri 820 Articoli
Nella vita sono una piccola imprenditrice nel settore immobiliare. Ho una laurea con specializzazione in Economia e direzione aziendale, ottenuta presso la facoltà di Catania con il massimo dei voti. Mi piace scrivere articoli online, per questo ho avviato da circa 4 anni vari progetti portati a termine con successo. Il saper comunicare credo che sia un'arma vincente. Amo la mia terra, il sole, il mare, la mia famiglia e gli animali. La vita è troppo breve pertanto cerco di viverla nel migliore dei modi.