Casa in eredità, cosa fare se sono presenti degli abusi

Casa in eredità vuol dire diventare proprietari di un immobile in quanto ereditato da qualcuno che non c’è più. Ma cosa fare se ci sono delle difformità?

Casa in eredità, quando si diventa proprietari

La casa in eredità è un bene che si acquisisce perché qualcuno nnon c’è più. Per acquisire occorre comunque fare regolare successione ed in caso di rivendita l’accettazione tacita di eredità. Vendere una casa ereditata è possibile senza alcun problema se c’è l’accordo tra le parti. Ma è qui che spesso ci si accorge che l’immobile ereditato non è conferme all’urbanistica vigente, alla planimetria depositata nei pubblici uffici catastali. Ecco un caso particolare avvenuto in una città del sud Italia.

La Signora A ci racconta così: ho ricevuto in eredità, insieme a mia sorella un immobile vicino al mare. Era la casa in cui di solito la mia famiglia faceva le vacanza, quando entrambe eravamo piccoline. Oggi morti i miei genitori, non vivo più in Sicilia, ed insieme a mia sorella ho deciso di mettere l’immobile in vendita. E’ proprio lì ci rendiamo conto che la planimetria non corrisponde alla realtà dell’immobile. A questo punto mi chiedo cosa possiamo fare?”.

Casa in eredità, come sanare le difformità

Dopo aver eseguito la successione la Signora A e la sorella sono diventate le proprietarie dell’immobile. A questo punto possono interpellare un professionista per mettere sistemare l’eventuale abuso. Se si tratta solo di una modifica interna, come la diversa disposizione dei locali o un abbattimento di parente è possibile rimappare l’immobile e depositare la planimetria aggiornata.

Come differente, invece, se si tratta di un abuso edilizio. In questo caso si aprono delle strade differenti:

  1. richiedere al Comune dove si trova l’immobile una semplice sanatoria;
  2. richiedere il permesso di costruire in sanatoria;
  3. preparare una Comunicazione di inizio lavori tardiva denominata anche CILA.

Inoltre si ricorda che il nuovo proprietario ha 90 giorni di tempo per presentare i documenti inerenti alla richiesta in sanatoria, dal momento in cui ha riscontrato l’abuso. L’iter è a pagamento in quanto prevede anche una multa sulla mancata regolarità. L’ufficio comunale competente dovrà pronunciarsi entro 60 giorni.

L’importanza della regolarità

La Signora A e la sorella non devono far altro che rivolgersi ad un professionista per risolvere il problema, con una delle procedure su indicate. Quindi il professionista come un geometra  o un ingegnere sono provvederanno a sanare la situazione, dove è sanabile. La regolarità permette la vendita del bene. Anche perché molti istituti di credito, durante la perizia, per il rilascio del mutuo, controllano che ci sia corrispondenza tra la planimetria e lo stato dei luoghi. Quindi se c’è regolarità l’immobile è vendibile e finanziabile, facilitando al compravendita.

 

 

 

Informazioni su Francesca Cavaleri 1480 Articoli
Nella vita sono una piccola imprenditrice nel settore immobiliare. Ho una laurea con specializzazione in Economia e direzione aziendale, ottenuta presso la facoltà di Catania con il massimo dei voti. Mi piace scrivere articoli online, per questo ho avviato da circa 4 anni vari progetti portati a termine con successo. Il saper comunicare credo che sia un'arma vincente. Amo la mia terra, il sole, il mare, la mia famiglia e gli animali. La vita è troppo breve pertanto cerco di viverla nel migliore dei modi.