Pegno mobiliare non possessorio, al via le domande online

istanze interpello

Il pegno mobiliare non possessorio è possibile presentare le domande online, già dal 15 di questo mese. Ecco cosa dice il nuovo comunicato dell’Agenzia.

Pegno mobiliare non possessorio, cos’è?

Il pegno mobiliare non possessorio è una forma di garanzia introdotta in Italia dall’articolo 1 del decreto-legge 3 maggio 2016, n.59 a beneficio degli imprenditori iscritti nel Registro delle imprese, al fine di agevolarne l’accesso al credito. A garanzia del credito il pegno può essere concesso sui beni mobili appartenenti al debitore finanziato o ad un altro soggetto. A differenza del pegno classico, il titolare dei beni dati in garanzia non ne perde il possesso.

Tuttavia il pegno non possessorio si costituisce con atto scritto. Inoltre ha effetto verso i terzi esclusivamente con l’iscrizione nell’apposito Registro tenuto dall’Agenzia delle entrate e gestito con modalità informatiche. Le domande, unitamente al relativo atto, possono essere presentate da una delle parti interessate (debitore, creditore, eventuale terzo datore) o da un suo rappresentante, incaricato con procura firmata digitalmente.

Come presentare al domanda di iscrizione

Le domande possono essere presentate già dal 15 giugno 2023. Tramite la nuova applicazione, le domande di pegno – con i dati dei soggetti coinvolti, la descrizione dei beni o crediti dati in garanzia, le informazioni relative all’atto costitutivo – potranno essere compilate direttamente online all’interno dell’area riservata del sito www.agenziaentrate.gov.it. La novità arriva dopo l’emanazione del Dm n. 114/2021 (Regolamento del Registro pegni) e dei successivi provvedimenti attuativi, con cui sono state definite le specifiche tecniche, le modalità di versamento di tributi e diritti e le categorie dei beni dati in garanzia. Il servizio sarà gestito a livello nazionale da un ufficio dedicato, diretto da un Conservatore e incardinato nell’Ufficio provinciale- territorio di Roma.

Pegno mobiliare non possessorio, quanto dura?

La durata dell’iscrizione è di dieci anni e si può rinnovare con una nuova domanda presentata prima della scadenza. La cancellazione dell’iscrizione può essere richiesta su consenso del creditore o su ordine del giudice. Il Registro pegni, che raccoglie le domande di iscrizione, rinnovazione, cancellazione e annotazione delle eventuali vicende modificative della garanzia, è consultabile da chiunque, previo pagamento di quanto dovuto, con modalità esclusivamente informatiche.

Per compilare una domanda di iscrizione, rinnovazione, cancellazione o annotazione di modifica di pegno non possessorio e per richiedere visure o certificazioni relative al Registro dei pegni mobiliari non possessori, è necessario accedere alla sezione “Dichiarazioni” dell’area riservata del sito. Infine la presentazione è già possibile e questa è una nuova possibilità di accesso al credito molto importante per gli imprenditori. Questi ultimi possono dare un bene mobile dell’impresa a garanzia di un credito senza che ciò comporti la perdita del possesso del bene stesso e continuare così a utilizzarlo.

Informazioni su Francesca Cavaleri 1549 Articoli
Nella vita sono una piccola imprenditrice nel settore immobiliare. Ho una laurea con specializzazione in Economia e direzione aziendale, ottenuta presso la facoltà di Catania con il massimo dei voti. Mi piace scrivere articoli online, per questo ho avviato da circa 4 anni vari progetti portati a termine con successo. Il saper comunicare credo che sia un'arma vincente. Amo la mia terra, il sole, il mare, la mia famiglia e gli animali. La vita è troppo breve pertanto cerco di viverla nel migliore dei modi.