Incentivi alle donne imprenditrici, ecco le proposte di Invitalia

rientro capitali

Incentivi alle donne imprenditrici o aspiranti tali, ecco cosa prevede il pacchetto messo a disposizione da Invitalia per coloro che vogliono fare impresa

Incentivi alle donne imprenditrici, il fondo impresa donna

Oggi fare impresa non è facile che si sia uomini e donne, al Nord o al Sud Italia. Spesso c’è proprio bisogno di un aiuto finanziario e per questo c’è un ente sempre pronto a sostenere le imprese, si tratta di Invitalia. Un incentivo tutto “rosa” è il fondo impresa donna, che ha le seguenti caratteristiche:

  • per progetti fino a 100 mila euro, l’agevolazione copre fino all’80% delle spese (o fino al 90% per donne disoccupate) entro un tetto massimo di 50 mila euro
  • per progetti fino a 250 mila euro, l’agevolazione copre il 50% delle spese, fino a un massimo di 125 mila euro.

Il fondo prevede un mi di contributo a fondo perduto e finanziamento a tasso zero. Prevista una copertura fino all’80% delle spese ammissibili, per un massimo di 320 mila euro. Infine il finanziamento è a tasso zero e da rimborsare in otto anni.

Incentivi alle donne imprenditrici, altri contributi disponibili

Resto al sud è l’incentivo che sostiene la nascita e lo sviluppo di nuove attività imprenditoriali. Riguarda i giovani imprenditori appartenenti alle seguenti regioni: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna, Sicilia, nelle aree del cratere sismico del Centro Italia (Lazio, Marche Umbria) e nelle isole minori marine, lagunari e lacustri del Centro-Nord.  È rivolto a chi ha un’età compresa tra 18 e 55 anni. I fondi disponibili ammontano a 1 miliardo e 250 milioni di euro.

Cultura Crea 2.0 l’incentivo sostiene la nascita e la crescita di imprese e iniziative no profit nel settore turistico- culturale. I finanziamenti sono attivi nelle Regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia

Smart&Start è l’incentivo che sostiene la nascita e la crescita delle start- up nel campo dell’innovazione. Finanzia progetti compresi tra 100 mila euro e 1.5 milioni di euro.

Altri contributi da poter richiedere ad Invitalia

Smart Money è l’incentivo per le startup innovative in fase pre-seed o seed che vogliono avvalersi dei servizi specialistici e del know-how degli attori dell’ecosistema dell’innovazione per realizzare un progetto di sviluppo e prepararsi al lancio sul mercato. La fase 2 è riservata solo alle startup che hanno completato l’intervento precedente. Queste imprese hanno la possibilità di richiedere un secondo contributo a fondo perduto, da diversi enti, business angels o partners commerciali.

ON – Oltre Nuove imprese a tasso zero” è l’incentivo per le donne e per i giovani che vogliono diventare imprenditori. Inoltre le agevolazioni sono valide in tutta Italia e prevedono un mix di finanziamento a tasso zero e contributo a fondo perduto per progetti d’impresa con spese fino a 3 milioni di euro, che può coprire fino al 90% delle spese totali ammissibili.

Il Nuovo SELFIEmploymentoperativo dal 22 febbraio 2021, finanzia con prestiti a tasso zero fino a 50.000 euro l’avvio di piccole iniziative imprenditoriali, promosse da NEET, donne inattive e disoccupati di lungo periodo, su tutto il territorio nazionale. L’incentivo è gestito da Invitalia nell’ambito del Programma Garanzia Giovani, sotto la supervisione dell’Agenzia Nazionale Politiche Attive del Lavoro (ANPAL).

 

 

 

 

 

Informazioni su Francesca Cavaleri 1486 Articoli
Nella vita sono una piccola imprenditrice nel settore immobiliare. Ho una laurea con specializzazione in Economia e direzione aziendale, ottenuta presso la facoltà di Catania con il massimo dei voti. Mi piace scrivere articoli online, per questo ho avviato da circa 4 anni vari progetti portati a termine con successo. Il saper comunicare credo che sia un'arma vincente. Amo la mia terra, il sole, il mare, la mia famiglia e gli animali. La vita è troppo breve pertanto cerco di viverla nel migliore dei modi.